Italia Markets closed

Greggio, poco mosso su allentarsi tensioni Usa-Iran, focus su accordo commercio

Le bandiere di Cina e Stati Uniti viste a Pechino, Cina.

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio sono poco mossi in un quadro che vede gli investitori spostare l'attenzione dall'attenuarsi delle tensioni in Medio Oriente alla firma in agenda questa settimana della fase uno dell'accordo commerciale Usa-Cina, che potrebbe favorire la domanda e la crescita economica.

Intorno alle 12,15, il Brent guadagna 2 centesimi a 65 dollari al barile, mentre il greggio Usa segna un rialzo di 3 centesimi a 59,07 dollari al barile rispetto alla seduta precedente.

I prezzi sono saliti ai massimi di quasi quattro mesi dopo che il raid Usa del 3 gennaio ha provocato la morte del generale iraniano Qassem Soleimani e l'Iran ha reagito lanciando missili contro le basi statunitensi in Iraq, per poi scivolare di nuovo in territorio negativo quando Washington e Teheran si sono ritirati da uno scontro diretto la scorsa settimana.

"Il calo dei prezzi è arrivato quando gli operatori di mercato hanno concluso che, nonostante il significativo aumento delle tensioni tra Stati Uniti e Iran, è improbabile che la produzione di petrolio ne risenta", osserva Tamas Varga, broker di Pvm.

"Il nervosismo si è notevolmente placato e di conseguenza i prezzi del petrolio hanno chiuso la settimana ben lontani dai massimi..", prosegue Varga.

"I fondamentali del greggio Usa rimangono deboli per i prossimi mesi e si prevede che le scorte aumentino all'hub di Cushing", commenta Virendra Chauhan, analista petrolifera presso Energy Aspects a Singapore.

"Per il Brent, che è un indicatore più ampio del mercato globale del greggio, è una combinazione di domanda e offerta", ha aggiunto.

La firma della fase uno dell'intesa sui dazi tra Usa e Cina è prevista a Washington questo mercoledì.

L'amministrazione Trump ha invitato almeno 200 persone alla cerimonia per la firma dell'accordo, ma le due superpotenze non hanno ancora messo a punto i dettagli di cosa verrà firmato, hanno dichiarato venerdì i funzionari della Casa Bianca.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia