Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.858,45
    +600,13 (+1,75%)
     
  • Nasdaq

    15.074,56
    +177,71 (+1,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1750
    +0,0054 (+0,46%)
     
  • BTC-EUR

    38.143,14
    +638,89 (+1,70%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.123,54
    +14,62 (+1,32%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.462,98
    +67,34 (+1,53%)
     

Greggio, prezzi nuovamente stabili, epidemia Delta mina outlook domanda

·1 minuto per la lettura
Una pompa di benzina

di Dmitry Zhdannikov

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio avanzano dopo quattro giorni in calo, con gli investitori preoccupati dall'outlook sulla domanda di carburante, date le restrizioni sull'uso di treni, aerei e altre forme di trasporto legate all'aumento dei casi Covid-19 a livello mondiale.

Intorno alle 12,15 italiane, i futures sul Brent avanzano di 52 centesimi o dello 0,75% a 69,55 dollari il barile. I futures sul greggio Usa guadagnano 43 centesimi o lo 0,6% a 67,02 dollari il barile.

"Nel breve termine, il mercato petrolifero potrebbe essere volatile con frequenti cali, poiché i prezzi del greggio hanno iniziato ad avere difficoltà dati i disagi per la domanda in Europa e in India", ha detto Avtar Sandu di Phillip Futures in Singapore.

Il dollaro più forte ha minato i prezzi delle commodity su vasta scala, con i metalli e l'oro in particolare "tanto fragili" quanto il petrolio, si legge in una nota di ANZ Research.

Nel mercato degli Stati Uniti si prevede una maggiore offerta, se in linea con le stime ufficiali.

A settembre si prevede un aumento della produzione di olio di scisto statunitense pari a 8,1 milioni di barili al giorno, ai massimi da aprile 2020, in base ai dati mensili Eia sulla produzione di trivellazione.

Le scorte statunitensi di greggio e benzina sono calate la scorsa settimana, in base a due fonti di mercato a conoscenza dei dati ufficiali Api, mentre le scorte di distillati sono aumentate.

I mercati finanziari sono sotto pressione a causa del progresso della variante Delta, dei deludenti dati economici statunitensi e dagli eventi in corso in Afghanistan, secondo quanto scritto dagli analisti Ing.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli