Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.891,26
    +113,50 (+0,33%)
     
  • Nasdaq

    13.447,36
    -304,88 (-2,22%)
     
  • Nikkei 225

    29.518,34
    +160,52 (+0,55%)
     
  • EUR/USD

    1,2152
    -0,0016 (-0,13%)
     
  • BTC-EUR

    46.612,38
    -832,69 (-1,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.511,34
    -49,96 (-3,20%)
     
  • HANG SENG

    28.595,66
    -14,99 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    4.204,78
    -27,82 (-0,66%)
     

Greggio, prezzi in rialzo su ottimismo per crescita domanda Usa, Europa

·2 minuto per la lettura
Una pompa petrolifera vicino a Granum, Alberta, in Canada

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio avanzano dopo che diversi stati Usa hanno revocato le misure di lockdown e con l'Unione Europea intenzionata ad attrarre viaggiatori, eclissando i timori per la domanda di carburante e per il nuovo picco di contagi in India.

Intorno alle 11 italiane, i futures sul Brent avanzano di 72 centesimi, o dell'1,05%, a 68,27 dollari il barile, dopo aver guadagnato ieri l'1,2%.

I futures sul greggio Usa guadagnano 60 centesimi o lo 0,9%, a 65,08 dollari il barile, dopo aver guadagnato l'1,4% ieri.

I prezzi sono sostenuti dalla prospettiva di una ripresa della domanda di carburante negli Stati Uniti e in Europa, con gli stati di New York, New Jersey e Connecticut pronti a revocare le restrizioni pandemiche, mentre l'Unione europea prevede di aprire ulteriormente ai turisti stranieri già vaccinati, secondo gli analisti.

"L'attuale rally è legato alla benzina statunitense, per la quale la domanda è forte grazie al ritorno degli autisti sulla strada", ha detto Tamas Varga, analista di PVM Oil Associates.

Cinque analisti intervistati da Reuters hanno stimato che in media le scorte di greggio statunitense sono diminuite di 2,2 milioni di barili nella settimana fino al 30 aprile. Nelle precedenti due settimane, le scorte di greggio sono aumentate.

Si stima, per la scorsa settimana, un aumento del tasso di utilizzo delle raffinerie pari a 0,5 punti percentuali dall'85,4% della capacità totale, rilevato nella settimana fino al 23 aprile, in base al sondaggio condotto da Reuters.

Il dollaro più debole, colpito da un imprevisto rallentamento della crescita manifatturiera negli Stati Uniti, ha anche sostenuto i prezzi del greggio. Un dollaro più basso rende il petrolio più attraente per gli investitori con valute straniere.

In India, il numero totale di infezioni ha superato la soglia dei 20 milioni, dopo 12 giorni consecutivi con oltre 300.000 nuovi casi riportati, fattore che dovrebbe minare la domanda di carburante nel secondo paese più popoloso al mondo, dopo la Cina.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)