Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.968,84
    -112,29 (-0,43%)
     
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,18 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,54 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.248,81
    +609,41 (+2,06%)
     
  • Petrolio

    73,95
    +0,65 (+0,89%)
     
  • BTC-EUR

    36.202,96
    +820,53 (+2,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.067,20
    -35,86 (-3,25%)
     
  • Oro

    1.750,60
    +0,80 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1718
    -0,0029 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    24.192,16
    -318,82 (-1,30%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.158,51
    -36,41 (-0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8572
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0833
    -0,0017 (-0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4827
    -0,0028 (-0,19%)
     

Greggio, prezzi stabili in vista dati lavoro Usa, pesa ripresa lenta dopo uragano

·1 minuto per la lettura
Diverse pompe petrolifere a Kern River in Bakersfield, California

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono sostanzialmente stabili, su una ripresa ampiamente prevista della domanda globale. Tuttavia, il lento recupero delle esportazioni e della raffinazione nella costa del Golfo dopo le tempeste di questa settimana pesa sui prezzi.

Alle 12,13​ circa, i futures sul Brent scambiano in rialzo dello 0,7​​​​%​​​​​​​​​​​​​​, o di 51 centesimi, a 73,54​ dollari al barile, mentre il greggio Usa guadagna lo 0,36​​​%​​​​​​​​​​​​​​​​​, o 25 centesimi, a 70,24​​ dollari al barile, ritracciando dalle perdite iniziali.

Entrambi i contratti di riferimento sono rimasti sostanzialmente stabili per la settimana.

Il calo iniziale del Wti è stato probabilmente dovuto alle posizioni dei trader in vista dei dati Usa sul mercato del lavoro di agosto di oggi, hanno detto gli analisti, preoccupati che possano essere più deboli delle previsioni.

La domanda di petrolio è stata frenata dalle interruzioni di corrente prolungate che stanno rallentando la riapertura delle raffinerie chiuse in Louisiana.

"Si può dire che il mercato del petrolio sta ancora sentendo gli effetti dell'uragano Ida", ha detto Stephen Brennock del broker petrolifero Pvm.

Circa 1,7 milioni di barili al giorno di produzione di petrolio rimangono bloccati nel Golfo del Messico, con danni agli eliporti e ai depositi di carburante che rallentano il ritorno del personale sulle piattaforme offshore, hanno detto fonti a Reuters.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Giselda Vagnoni)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli