Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    20.334,06
    -23,90 (-0,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0112
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,3602
    -0,0072 (-0,53%)
     

Greggio prosegue calo prezzi, investitori valutano rischi recessione

Tre operai presso una raffineria petrolifera a Houston, Texas

LONDRA (Reuters) - Prosegue l'arretramento dei prezzi del petrolio, con gli investitori che rivalutano i rischi di recessione e l'impatto che l'aumento dei tassi di interesse avrà sulla domanda di carburante.

Intorno alle 12,50 i futures sul Brent cedono 40 cent, lo 0,3%, a 111,25 dollari, dopo essere scesi fino a 108,04 dollari nella prima parte della seduta.

I futures sul greggio statunitense West Texas Intermediate (Wti) sono in ribasso di 50 cent, lo 0,4%, a 105,73 dollari, dopo aver toccato un minimo di seduta di 102,32 dollari.

Entrambi i contratti di riferimento hanno registrato ieri un calo del 3% e sono ai minimi da metà maggio.

Gli investitori continuano a valutare il rischio che le banche centrali possano spingere l'economia mondiale in una recessione nel tentativo di frenare l'inflazione mediante aumenti dei tassi di interesse.

Il presidente della Federal Reserve statunitense, Jerome Powell, ha detto ieri che la banca centrale non sta cercando di causare una recessione per fermare l'inflazione, ma che è pienamente impegnata a riportare i prezzi sotto controllo, anche se ciò dovesse significare provocare un rallentamento dell'economia.

Nel frattempo, la Russia continua a cercare acquirenti alternativi per il proprio petrolio.

Il presidente Vladimir Putin ha detto ieri che la Russia sta riorientando i propri scambi commerciali e le esportazioni di petrolio verso i paesi del gruppo Brics, sulla scia delle sanzioni occidentali legate al conflitto in Ucraina.

Reuters ha inoltre scritto che l'India sta fornendo certificazioni di sicurezza per decine di navi gestite da una filiale del gruppo marittimo russo Sovcomflot, consentendo le esportazioni di petrolio in India e altri paesi dopo che i certificatori occidentali hanno ritirato i propri servizi.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, intanto, ha invitato il Congresso ad approvare una sospensione di tre mesi dell'imposta federale sulla benzina per contribuire a combattere i prezzi record alla distribuzione e fornire un sollievo temporaneo alle famiglie americane quest'estate.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli