Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    34.981,14
    +1.875,53 (+5,67%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.812,50
    -18,70 (-1,02%)
     
  • EUR/USD

    1,1872
    -0,0024 (-0,20%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8534
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0739
    -0,0026 (-0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,4790
    +0,0001 (+0,00%)
     

Greggio in rialzo su calo scorte Usa, Opec prevede possibile surplus in 2022

·2 minuto per la lettura
Il giacimento Johan Sverdrup nel Mare del Nord

di Shadia Nasralla

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono in aumento, avviandosi ad archiviare il mese e il trimestre in rialzo, dopo che alcuni dati hanno suggerito che le scorte di greggio Usa si stanno riducendo, mentre un report dell'Opec ha segnalato un possibile e significativo surplus verso la fine del prossimo anno.

Alle 11,45 i futures sul Brent avanzano di 52 centesimi, o lo 0,7% a 75,28 dollari al barile, mentre i futures sul greggio Usa guadagnano 74 centesimi, o l'1,1% a 73,74 dollari al barile.

Entrambi i contratti sono di poco inferiori ai massimi del 2018 e si avviano a registrare il settimo mese consecutivo in rialzo degli ultimi otto.

Se la variante Delta del coronavirus, altamente contagiosa, prende piede in molti Paesi, richiedendo nuovi lockdown e restrizioni degli spostamenti dall'Australia al Portogallo, le speranze di una più ampia ripresa della domanda di carburante restano intatte.

Le riserve di petrolio negli Stati Uniti sono scese di 8,2 milioni di barili come emergerebbe dai dati dell'American Petroleum Institute, secondo due fonti che hanno parlato in condizione di anonimato. [API/S] I dati dell'Eia sono attesi in giornata.[EIA/S]

Le speranze di una più ampia ripresa sono state alimentate da Mohammad Barkindo, segretario generale dell'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (Opec), che ha previsto un aumento della domanda di 6 milioni di barili al giorno nel 2021, di cui 5 milioni solo nel secondo semestre.

Tuttavia, un report interno dell'Opec visto da Reuters sottolinea che il mercato del petrolio potrebbe tornare a un surplus dopo che il gruppo, come da attese, dovrebbe ridurre i tagli alla produzione al di sotto dei 6 milioni di barili al giorno entro aprile 2022.

I ministri dell'Opec e i loro alleati si riuniranno domani per decidere le politiche future.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli