Italia markets open in 8 hours 11 minutes
  • Dow Jones

    30.046,24
    +454,97 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.036,79
    +156,15 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    26.165,59
    +638,22 (+2,50%)
     
  • EUR/USD

    1,1901
    +0,0055 (+0,46%)
     
  • BTC-EUR

    16.028,60
    +447,47 (+2,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    377,31
    +7,56 (+2,04%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    3.635,41
    +57,82 (+1,62%)
     

Greggio in rialzo su stop produzione Golfo Messico, outlook debole

·2 minuto per la lettura
Serbatoi di petrolio greggio nell'hub petrolifero di Cushing
Serbatoi di petrolio greggio nell'hub petrolifero di Cushing

LONDRA (Reuters) - Il petrolio è in rialzo, vicino a 41 dollari al barile a causa dell'interruzione della produzione in alcuni stabilimenti nel Golfo del Messico per un uragano, con i guadagni limitati dall'aumento di casi di coronavirus e delle forniture in Libia.

Compagnie petrolifere come Bp, Chevron ed Equinor Asa hanno evacuato gli impianti di trivellazione e i produttori hanno ridotto le forniture del 16% o di 293.656 barili al giorno a causa dell'uragano Zeta.

Alle 10,50 i futures sul Brent sono in rialzo di 27 centesimi o dello 0,3%, a 40,73 dollari al barile. I futures sul greggio Usa guadagnano 27 centesimi, o lo 0,7%, a 38,83 dollari al barile. Entrambi i contratti hanno ceduto oltre il 3% ieri.

Pesano sui prezzi del petrolio l'aumento dei casi di coronavirus in tutto il mondo e i mancati progressi nelle trattative relative a un nuovo pacchetto di misure di stimolo contro il coronavirus negli Stati Uniti. Tuttavia, la speaker della Camera Nancy Pelosi si è detta ottimista sul raggiungimento di un accordo prima del 3 novembre.

"L'outlook per la domanda di carburanti stradali si sta inasprendo a causa dell'aumento dei contagi da Covid-19", hanno detto degli analisti di JBC Energy.

Si prevede che la produzione in Libia raggiungerà il milione di barili al giorno nelle prossime settimane, come comunicato dalla Noc lo scorso venerdì, un incremento più rapido del previsto che va a complicare la situazione relativa ai tagli alla produzione e gli sforzi da parte dei Paesi dell'Opec+ per rispettarli.

I dati sulle scorte di petrolio negli Stati Uniti sono attesi nelle giornate di oggi e domani e dovrebbero mostrare un aumento delle riserve. Gli analisti hanno previsto che le scorte di greggio aumenteranno di circa 1,1 milioni di barili. [EIA/S]