Annuncio pubblicitario
Italia markets open in 5 hours 47 minutes
  • Dow Jones

    40.211,72
    +210,82 (+0,53%)
     
  • Nasdaq

    18.472,57
    +74,17 (+0,40%)
     
  • Nikkei 225

    41.498,38
    +307,70 (+0,75%)
     
  • EUR/USD

    1,0896
    -0,0005 (-0,04%)
     
  • Bitcoin EUR

    59.273,20
    +2.792,88 (+4,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.346,05
    +77,10 (+6,07%)
     
  • HANG SENG

    18.015,94
    -277,46 (-1,52%)
     
  • S&P 500

    5.631,22
    +15,87 (+0,28%)
     

Greggio in ribasso, Fed cauta e scorte compensano aspettative Opec+

Il sole tramonta dietro un martinetto di pompaggio del greggio su una piattaforma di trivellazione nel bacino di Permiano, nella contea di Loving

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono in ribasso, poiché la prospettiva di un ritardo nei tagli ai tassi d'interesse statunitensi e l'aumento delle scorte di greggio negli Stati Uniti hanno controbilanciato la spinta derivante da un'eventuale estensione dei limiti all'offerta dell'Opec+.

Alle 10,50 i futures sul Brent scendono di 76 centesimi, o dell'1%, a 82,9 dollari il barile. Il greggio statunitense West Texas Intermediate (Wti) è in ribasso di 83 centesimi, o dell'1,09%, a 77,99 dollari.

Le scorte di greggio statunitensi hanno registrato un incremento di 8,43 milioni di barili nella settimana conclusasi il 23 febbraio, secondo fonti di mercato che citano i dati dell'American Petroleum Institute (Api).

Le scorte di benzina sono diminuite di 3,27 milioni di barili e quelle di distillati di 523.000 barili, secondo i dati.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I futures sul Brent e sull'Omc sono saliti di oltre 1 dollaro il barile ieri dopo che Reuters ha detto che l'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio che include anche la Russia (Opec+) prenderà in considerazione la possibilità di estendere i tagli volontari alla produzione di petrolio al secondo trimestre.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Stefano Bernabei)