Italia markets open in 3 hours 1 minute
  • Dow Jones

    34.086,04
    +368,95 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    11.584,55
    +190,74 (+1,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.342,10
    +14,99 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,0871
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • BTC-EUR

    21.292,86
    +106,41 (+0,50%)
     
  • CMC Crypto 200

    524,33
    +5,54 (+1,07%)
     
  • HANG SENG

    21.902,35
    +60,02 (+0,27%)
     
  • S&P 500

    4.076,60
    +58,83 (+1,46%)
     

Greggio rimbalza dopo maggior calo a inizio anno dal 1991

Una miniatura di una pompa petrolifera sopra a una banconota da un dollaro statunitense

LONDRA (Reuters) - Il greggio rimbalza dopo aver registrato la peggiore perdita nelle prime due sedute dell'anno in tre decenni, sostenuto dalla chiusura di un oleodotto statunitense, anche se i timori economici hanno limitato i guadagni.

I forti cali dei due giorni precedenti sono stati spinti dalle preoccupazioni per una recessione globale, soprattutto a causa della debolezza dei segnali economici a breve termine negli Stati Uniti e in Cina, i due maggiori consumatori al mondo.

Il principale operatore di oleodotti statunitense, Colonial Pipeline, ha comunicato nella tarda serata di ieri che la Linea 3 è stata chiusa per lavori di manutenzione non programmati, con il riavvio previsto per il 7 gennaio.

Intorno alle ore 10,40 italiane, i futures sul Brent guadagna 1,95 dollari, o il 2,5%, a 79,80 dollari il barile, mentre i futures del greggio statunitense West Texas Intermediate scambiano in rialzo di 1,83 dollari, o del 2,5%, a 74,67 dollari il barile.

In base ai dati di Refinitiv Eikon, i cali cumulativi di oltre il 9% registrati da entrambi i benchmark martedì e mercoledì hanno rappresentato le maggiori perdite di due giorni all'inizio di un anno dal 1991.

Ieri i dati sull'attività del settore manifatturiero statunitense a dicembre hanno mostrato una contrazione, in aggiunta ai timori per le perturbazioni economiche dovute alla diffusione del Covid-19 in Cina, che ha bruscamente abbandonato le severe restrizioni ai viaggi e alle attività.

Secondo fonti di mercato, si prevede che i dati dell'American Petroleum Institute mostreranno un aumento delle scorte di greggio e benzina negli Stati Uniti.

I dati ufficiali Eia sulle scorte saranno pubblicati oggi alle ore 16,30 italiane.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Stefano Bernabei)