Italia Markets closed

Gruppo Renault, il nuovo CEO è l'italiano Luca de Meo

redazione@motor1.com (Eleonora Lilli)
Luca DE MEO

È la prima volta che uno straniero guida il colosso francese. Operativo da luglio 2020 sarà confermato ad aprile

Archivata l'era Ghosn si apre per Renault un nuovo capitolo sotto la guida di Luca de Meo. La notizia della nomina era già circolata nei giorni scorsi e proprio oggi, nel giorno della presentazione della nuova Seat Leon, è stata ratificata dal consiglio di amministrazione.

L'ex numero uno della casa spagnola però è vincolato da un contratto di non concorrenza con il Gruppo Volkswagen e quindi siederà nel consiglio del Gruppo francese come nuovo CEO a partire da luglio.

Per la prima volta uno straniero

Per il Gruppo Renault si tratta di una svolta importante. L'arresto di Carlos Ghosn a novembre 2018 è stato l'inizio di un periodo incerto, in cui alla guida si sono succedute più persone. Prima le redini sono state prese da Thierry Bollorè, nominato CEO del gruppo, e Jean-Dominique Senard (CEO di Michelin), eletto presidente; poi a ottobre 2019 Bolloré ha terminato il mandato e il direttore finanziario, Clotilde Debois, è diventata amministratore delegato ad interim (e lo sarà ancora fino a luglio).   Luca De Meo, 52 anni, è il primo straniero a ricoprire questo ruolo, in quanto Carlos Ghosn, pur essendo nato in Libano, era naturalizzato francese. Da lui ci si aspetta molto, aveva iniziato la propria carriera di manager proprio in Renault, ma poi è passato in Toyota, Fiat (dove ha lavorato a stretto contatto con Sergio Marchionne, tanto che si era parlato di lui come suo possibile successore) fino a diventare il numero uno di Seat nel Gruppo Volkswagen.  

CEO sì, ma "rimandato" ad aprile

Fino a luglio, come abbiamo detto, De Meo non potrà ricoprire il suo ruolo in Renault per non divulgare informazioni chiave apprese nel concorrente Gruppo tedesco. Inoltre, sarà solo in aprile che l'assemblea dei soci di Renault approverà definitivamente la carica di CEO.   La sua conferma è comunque data per certa. Di lui sono stati molto apprezzati i risultati ottenuti in Seat (record di vendite con una crescita su base annua dell'11% nel 2018) ed è stato anche in grado di migliorare l'immagine del brand rafforzandone l'anima sportiva (pensiamo al marchio Cupra). Le sfide in Renault quindi non si faranno attendere.  

La dichiarazione ufficiale

Jean-Dominique Senard, Presidente del Consiglio di Amministrazione, ha dichiarato di essere "molto contento di questa nuova governance che costituisce una tappa decisiva per il Gruppo e per l’Alleanza. Luca de Meo - ha aggiunto - è un grande stratega dotato di una perfetta visione di un mondo automobilistico in continua evoluzione. La sua esperienza, ma anche la sua passione per l’automobile lo rendono una risorsa di grande valore per il Gruppo.

Ci tengo anche a ringraziare Clotilde Delbos che ha assunto la Direzione ad interim del Gruppo in modo eccezionale. Giorno dopo giorno, ha dimostrato di lavorare al servizio di Renault con impegno e determinazione. Insieme, e sostenuti da un nuovo Comitato Esecutivo ancora più forte, costituiranno un team di grande qualità, con una molteplicità di talenti, all’altezza delle ambizioni di Renault".

Ghosn è ancora ricercato