Italia markets closed
  • FTSE MIB

    19.285,41
    +208,46 (+1,09%)
     
  • Dow Jones

    28.335,57
    -28,09 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.548,28
    +42,28 (+0,37%)
     
  • Nikkei 225

    23.516,59
    +42,32 (+0,18%)
     
  • Petrolio

    39,78
    -0,86 (-2,12%)
     
  • BTC-EUR

    11.050,59
    +178,86 (+1,65%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,05
    -1,40 (-0,54%)
     
  • Oro

    1.903,40
    -1,20 (-0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1868
    +0,0042 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    3.465,39
    +11,90 (+0,34%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,65 (+0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.198,86
    +27,45 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,9096
    +0,0063 (+0,69%)
     
  • EUR/CHF

    1,0723
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,5567
    +0,0044 (+0,28%)
     

Gualtieri: "Su Recovery Fund non è vendetta"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Sul Recovery Fund, le cui risorse destinate all'Italia saranno di circa 172 miliardi su un totale di 750 miliardi secondo quanto annunciato dalla Commissione Ue, "non ci siamo vendicati. Avevamo i giusti argomenti, che fanno leva sul nostro futuro comune". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, intervistato dalla Cnn.

"Nessuno sta trasferendo denaro a qualcun altro, stiamo facendo qualcosa di razionale. Non si tratta di una vittoria di qualcuno sugli altri, sarà invece un successo comune - ha aggiunto Gualtieri - se riusciremo anche a implementare" il fondo.

La presidente Ursula von der Leyen "ha dato una spiegazione molto chiara sul fatto che si tratta di risorse che si mettono assieme per investimenti comuni", ha aggiunto il ministro dell'Economia nel concludere: l'economia europea "è molto integrata" ed è "ben funzionante la catena di fornitura del mercato unico. Dobbiamo proteggere questi asset e sono certo che tutti lo capiranno".