Italia Markets closed

Guerra commerciale, rumor: Cina vuole azzeramento dazi Usa prima di firmare Fase 1 accordo

Laura Naka Antonelli

Secondo il quotidiano giapponese Nikkei, la Cina starebbe rischiando di posticipare l'accordo commerciale preliminare con gli Stati Uniti di Donald Trump, insistendo sul fatto che Washington dovrebbe ritirare tutti i dazi che sono stati imposti sui prodotti cinesi dall'estate dello scorso anno se desidera che una prima firma venga apposta alla 'Fase 1' dell'intesa.

A confermare le indiscrezioni, è anche il quotidiano cinese Global Times, che scrive, riferendosi a quanto riportato da un ex funzionario cinese del commercio, che la cancellazione in questo caso di parte delle tariffe punitive inflitte alla Cina è la condizione sine qua non per il raggiungimento dell'accordo.

Così si legge nell'articolo del quotidiano del Partito comunista cinese:

"Gli Stati Uniti sono 'molto ansiosi' di siglare un accordo commerciale con la Cina, ma Pechino non sarà d'accordo, se alcuni dazi non verranno cancellati. Lo ha detto l'ex vice ministro del Commercio Wei Jianguo al Global Times".

I dazi di cui si parla sono quelli del 15% che sono entrati in vigore lo scorso 1° settembre su $125 miliardi di prodotti cinesi e quelli del 25% su $250 miliardi su macchinari e semiconduttori.