Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.095,00
    +29,95 (+0,12%)
     
  • Dow Jones

    31.261,90
    +8,77 (+0,03%)
     
  • Nasdaq

    11.354,62
    -33,88 (-0,30%)
     
  • Nikkei 225

    26.739,03
    +336,19 (+1,27%)
     
  • Petrolio

    110,35
    +0,46 (+0,42%)
     
  • BTC-EUR

    27.800,98
    -314,46 (-1,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    650,34
    -23,03 (-3,42%)
     
  • Oro

    1.845,10
    +3,90 (+0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0562
    -0,0026 (-0,24%)
     
  • S&P 500

    3.901,36
    +0,57 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    20.717,24
    +596,56 (+2,96%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.657,03
    +16,48 (+0,45%)
     
  • EUR/GBP

    0,8442
    -0,0039 (-0,46%)
     
  • EUR/CHF

    1,0288
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,3556
    -0,0013 (-0,09%)
     

Guerra Ucraina segna "fine della globalizzazione come la conosciamo" - Gentiloni

·1 minuto per la lettura
Il Commissario europeo all'economia a Bruxelles

WASHINGTON (Reuters) - La guerra in Ucraina ha mostrato i limiti del decennale approccio tedesco, volto a cercare di cambiare la Russia attraverso gli scambi commerciali e segna la fine della globalizzazione come la abbiamo conosciuta finora, secondo il commissario europeo all'Economia Paolo Gentiloni.

Parlando al Peterson Institute di Washington, Gentiloni ha detto che l'invasione russa dell'Ucraina il 24 febbraio rimodellerà anche le alleanze globali e metterà ulteriormente a dura prova le catene di approvvigionamento globali, già fragili dopo due anni di pandemia.

"La nozione di 'Wandel durch Handel', ossia di portare il cambiamento attraverso il commercio, ha mostrato i suoi limiti", ha detto Gentiloni, riferendosi alla politica della Germania nei confronti degli stati dell'Europa orientale inaugurata nei primi anni '70. "Dobbiamo ripensare le nostre relazioni con i regimi autocratici e rafforzare i nostri legami con i partner che la pensano come noi", ha detto.

Per decenni la Germania ha avuto stretti legami economici con Mosca, rendendosi pesantemente dipendente dalla Russia per il gas, il petrolio e il carbone, politica che ora rende difficile per l'Europa svincolarsi dall'energia russa e di conseguenza anche smettere di finanziare indirettamente l'invasione russa dell'Ucraina.

"Questa crisi segnerà anche la fine della globalizzazione come l'abbiamo conosciuta e rimodellerà le alleanze globali", ha detto Gentiloni.

"La guerra e le sue conseguenze - comprese le successive serie di sanzioni che la Ue e gli Usa hanno imposto alla Russia - stanno esacerbando le pressioni sulle catene di approvvigionamento globale già in difficoltà", secondo Gentiloni.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli