Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.891,61
    +629,71 (+2,01%)
     
  • Nasdaq

    11.511,23
    +156,61 (+1,38%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0695
    +0,0133 (+1,26%)
     
  • BTC-EUR

    28.155,41
    -95,41 (-0,34%)
     
  • CMC Crypto 200

    676,67
    +1,80 (+0,27%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.971,04
    +69,68 (+1,79%)
     

Guida al trading giornaliero nel Forex

Il trading giornaliero è una attività di investimento che prima o poi finisce per interessare un po’ tutti i tipi di investitori, anche se non tutti poi si riconoscono in questo stile e preferiscono altre forme di investimento.

Qui vogliamo in particolare focalizzarci sul trading giornaliero nel forex, ovvero il mercato delle valute straniere come l’euro, il dollaro statunitense e la sterlina inglese. Le valute fiat, appunto le valute straniere, restano tra le classi di attivo più interessanti anche perché aiutano a comprendere lo stato di salute di una intera economia, dal momento che le valute sono legate agli Stati che le hanno emesse.

Partiamo dal definire come funzione il day trading nel forex e con quali strumenti opera il day trader per trarre profitto dalle valute straniere.

Cos’è il trading giornaliero?

Il trading giornaliero, in inglese day trading, è un approccio di investimento che si basa sui movimenti di prezzo degli asset finanziari nello spazio delle 24 ore.

Per il day trader le posizioni di trading nascono al mattino e muoiono alla sera. Il day trader non imposta limiti di acquisto o di vendita che vanno oltre la giornata odierna, anche perché se lo facesse non lo potrebbe più definire trading giornaliero.

Il day trading è un’attività di investimento che si svolge nell’arco di poco tempo, 5 minuti, 15 minuti, 30 minuti, 60 minuti.

Gli strumenti del trading giornaliero

Per il trading giornaliero nel forex e più in generale per ogni classe di attivo, la conoscenza di alcuni strumenti sono basilari tra cui i seguenti.

  • Il grafico dei prezzi: usato per analizzare il movimento dei prezzi nell’arco della giornata, il day trader usa le impostazioni temporali del grafico ad 1 minuto o 5 minuti per fare lo scalping, o ancora a 15 minuti, 30 minuti, 60 minuti o ancora le 2 o le 4 ore.

  • Il book degli ordini: il book degli ordini raccoglie l’insieme delle proposte di negoziazione dei venditori e degli acquirenti per una determinata coppia di valute. Il book degli ordini della coppia di valute EUR/USD, ad esempio, raccoglie gli ordini di acquisto e di vendita di euro e dollari USA.

  • Gli indicatori: il grafico dei prezzi è anche la base sulla quale si costruiscono tutta una serie molto vasta di indicatori con cui il trader analizza e prova ad intercettare la direzione del prezzo di una determinata coppia di valute. Famoso il ritracciamento di Fibonacci, ma anche le bande di Bollinger, la media mobile esponenziale (EMA) e gli altri strumenti di analisi tecnica.

Perché il day trading è diverso da altre forme di investimento?

I mercati finanziari presentano molti veicoli di investimento e diversi prodotti finanziari con cui provare ad accumulare profitto investendo i propri risparmi e più in generale i fondi che si hanno a disposizione.

Il day trading, si caratterizza rispetto alle altre forme di investimento per la durata dell’attività che è giornaliera. Le strategie pensate per quel giorno, le analisi condotte con i vari strumenti, alla sera vengono cancellate con un “colpo di spugna” per essere riscritte il giorno seguente.

Il day trading nel forex, dunque, impegna l’investitore in una attività che si azzera giornalmente, mentre un investitore con obiettivi di lungo periodo approccia il mercato forex guardando al cosiddetto trend di fondo che ha una durata più lunga.

Il trader intraday non guarda al trend di fondo quando apre e chiude posizioni sulla coppia di valute EUR/GBP. Il trend di fondo serve a orientare le strategie basate su più giorni o più mesi e questa è la visione di chi approccia ai mercati con un atteggiamento di medio-lungo periodo.

Come iniziare a fare day trading nel forex?

Per iniziare a fare day trading nel forex è importante applicare l’analisi tecnica, ovvero il “pane quotidiano” del day trader.

Ecco alcune delle strategie che si possono applicare anche nel trading giornaliero nel forex.

  • Lo scalping: la strategia si basa sul book degli ordini e punta ad ottenere piccoli profitti su piccoli cambiamenti di prezzo. L’obiettivo dello scalper non sono i grandi profitti sulla singola posizione, quanto incassare ricavi su un ampio volume di transazioni nell’arco della giornata.

  • Il range trading: si usano i livelli di supporto e di resistenza dei prezzi delle valute straniere per determinare le decisioni di acquisto e vendita intraday nel forex. Non bisogna confondere lo stile di trading con lo swing trading, in cui le posizioni sulle valute fiat vengono mantenute per settimane piuttosto che per alcune ore.

  • Trading basato sulle notizie: in questo caso si opera nel mercato del forex mettendosi in ascolto delle notizie giornaliere che possono influenzare i prezzi delle valute. Un esempio sono le scelte di politica monetaria delle Banche centrali, ma anche le decisioni di politica economica dei governi.

  • Trading ad alta frequenza (HFT): per applicare l’high-frequency trading servono algoritmi sofisticati capaci di sfruttare le inefficienze di mercato a breve termine. Per praticare l’HFT servono software a pagamento.

Rischi del trading giornaliero nel forex

Il trading giornaliero nel forex è rischioso e tra le forme di investimento sulle valute straniere è lo stile più ad alto rischio.

L’approccio al day trading nel forex richiede una appropriata conoscenza dell’analisi tecnica, e di una serie di nozioni di matematica e di statistica che permettono anzitutto di comprendere i principi di funzionamento del meccanismo.

Bisogna essere consapevoli che anche un trader intraday competente può vivere una giornata negativa, e la giornata negativa si traduce in perdita di soldi.

Il trading giornaliero non può essere praticato per un’ora al giorno, esso richiede l’attiva presenza del trader per ore davanti ai grafici.

Day trading e tasse

Altro capitolo molto sensibile riguarda il pagamento delle tasse. Ci si domanda spesso se fare trading giornaliero nel forex richiede il pagamento delle tasse in Italia.

Il principio nell’ordinamento italiano è che qualsiasi cosa genera profitto, è da considerarsi reddito imponibile.

Inoltre ci sono differenze nel pagamento delle tasse sul trading giornaliero in base al soggetto che svolge l’attività.

  • Il privato cittadino paga una aliquota fissa del 26%.

  • Alle persone fisiche operanti come ditte individuali si applica una base imponibile di partenza che è del 58,14%, mentre il 41,86% è esentato.

  • Alle società di capitali si applica una base imponibile del 5%, mentre il 95% è esentato dal pagamento delle tasse.

In conclusione

Il trading giornaliero nel forex può essere molto redditizio, a patto che si scelga questo stile di investimento con l’atteggiamento che contraddistingue ogni tipo di investimento, ovvero quello dello studio.

Il day trading nel forex non è una attività puramente speculativa, ma permette al trader di conoscere meglio anche le economie a cui le valute sono collegate.

Una buona propensione allo studio, alla presa di decisioni in breve tempo e l’accettazione di un rischio elevato, possono fare di chi legge un ottimo day trader nel mercato forex.

Inizia a fare trading ora.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli