Italia markets close in 1 hour 29 minutes
  • FTSE MIB

    22.543,04
    -107,74 (-0,48%)
     
  • Dow Jones

    31.191,15
    +2,77 (+0,01%)
     
  • Nasdaq

    13.479,87
    +22,62 (+0,17%)
     
  • Nikkei 225

    28.756,86
    +233,60 (+0,82%)
     
  • Petrolio

    52,94
    -0,37 (-0,69%)
     
  • BTC-EUR

    25.723,65
    -1.930,45 (-6,98%)
     
  • CMC Crypto 200

    623,04
    -56,86 (-8,36%)
     
  • Oro

    1.863,20
    -3,30 (-0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,2154
    +0,0038 (+0,32%)
     
  • S&P 500

    3.852,10
    +0,25 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    29.927,76
    +285,48 (+0,96%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.625,00
    +0,96 (+0,03%)
     
  • EUR/GBP

    0,8850
    -0,0016 (-0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0764
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,5329
    +0,0039 (+0,26%)
     

Huawei: accuse Usa infondate, vogliono danneggiarci irrevocabilmente

Red/Gab
·1 minuto per la lettura

Roma, 14 feb. (askanews) - "Questo nuovo atto d'accusa è parte del tentativo del Dipartimento di Giustizia di danneggiare irrevocabilmente la reputazione di Huawei e la sua attività per motivi legati alla concorrenza, piuttosto che all'applicazione della legge stessa". Il gruppo cinese Huawei delle tlc si difende con una nota alle accuse Usa di furto di segreti commerciali. "Queste nuove accuse sono prive di fondamento e si basano in gran parte su vecchie dispute civilistiche ripescate dagli ultimi 20 anni che sono state precedentemente risolte, contestate e in alcuni casi, respinte da giudici e giurie federali. Il governo - conclude la società - non riuscirà a fare prevalere le proprie accuse, che Huawei dimostrerà essere sia infondate che ingiuste.