Huawei: Protezionismo Usa su telefonia mobile danneggia consumatori

Pechino (Cina), 21 gen. (LaPresse/AP) - Il gigante cinese delle tecnologia Huawei ha criticato duramente il protezionismo commerciale degli Stati Uniti che a suo dire danneggia i consumatori. Il ceo del produttore asiatico di smartphone e altre apparecchiature elettroniche, Cathy Meng, ha affermato che gli statunitensi pagano il doppio dei consumatori europei per la telefonia mobile di terza e quarta generazione. "Il protezionismo commerciale - ha dichiarato Meng - danneggia in definitiva i benefici che potrebbero avere i consumatori finali. Noi continuiamo a lavorare per i nostri clienti che generalmente si rendono conto del valore che creiamo per loro". Nonostante non sia tenuta a farlo, Huawei ha reso noti i risultati del 2012 per evitare le critiche di poca trasparenza sul bilancio. L'anno scorso l'utile del colosso cinese è salito del 33% sul 2011 attestandosi a 15,4 miliardi di yuan (2,4 miliardi di dollari), mentre i ricavi si sono aposizionati a 220,2 miliardi di yuan (34,9 miliardi di dollari). Il gigante delle apparecchiature elettroniche è cresciuto molto rapidamente nelle economie in via di sviluppo ed è il primo gruppo cinese a competere nel settore a livello globale.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito