Italia markets close in 4 hours 48 minutes
  • FTSE MIB

    22.607,13
    +108,24 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,24 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,10 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.633,46
    +391,25 (+1,39%)
     
  • Petrolio

    52,66
    +0,30 (+0,57%)
     
  • BTC-EUR

    30.565,16
    +392,17 (+1,30%)
     
  • CMC Crypto 200

    734,24
    -0,90 (-0,12%)
     
  • Oro

    1.843,90
    +14,00 (+0,77%)
     
  • EUR/USD

    1,2133
    +0,0050 (+0,41%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    29.642,28
    +779,51 (+2,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.611,41
    +8,74 (+0,24%)
     
  • EUR/GBP

    0,8908
    +0,0020 (+0,23%)
     
  • EUR/CHF

    1,0763
    +0,0007 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,5436
    +0,0042 (+0,27%)
     

I Buy di oggi da Azimut a Gamenet

Finanzaoperativa.com

Per gli analisti di Equita valgono un Buy: Anima Holding con target price di 4,50 euro dopo i risultati della raccolta di febbraio, Bper Banca con obiettivo di 5,50 euro (un covered bond con scadenza aprile 2026 per un ammontare pari a 600 mln di euro), Enav con fair value di 5,10 euro (risultati 2018 e outlook 2019 leggermente meglio delle attese), Eni con target di 20 euro (sulla preview del piano strategico 2019-22) e Telecom Italia con obiettivo di 0,60 euro (la società di proxy advisor Iss si è espressa suggerendo di non votare la proposta di Vivendi di revoca di cinque consiglieri della lista Elliott).

Per gli analisti di Banca Akros sono Buy: Cembre (traget price a 25 euro) dopo dati 2018 in linea con le attese e un inizio 2019 solido, Gamenet (target a 11 euro) sui dati del Q4 2018, Leonardo (target a 13.25 euro) che rilascerà oggi i dati del Q4 e del 2018, Tinexta (target a 11.5 euro) con i numeri 2018 ben sopra le attese,

Accumulate su Azimut (target a 15,5 euro) dopo l’investimento in Youmy WM, Cir (target a 1.3 euro) sui concambi di fusione con Cofide, Fiera Milano (target a 5 euro) dopo l’incremento dei target 2019, Marr (trget a 23.4 euro) sui dati 2018 in linea con le stime e l’outlook positivoper il 2019, Mediaset (target a 3.6 euro) che ha chiuso il 2018 con buoni risultati, Unicredit (target a 14.5 euro e a 16.8 euro per Equita) che ha emesso AT1 per circa 1 miliardo di euro al 7,5% con primo call a giugno 2026.

Autore: Finanzaoperativa.com Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online