Italia Markets open in 1 hr 44 mins

I dati tedeschi falliscono, disoccupazione australiana stabile

Swissquote
 

La giornata è iniziata tranquillamente con operazioni limitate durante la sessione asiatica. L'ultimo rapporto di occupazione dall’Australia non ha mosso le lancette poiché è stato in linea con le aspettative del mercato. Nel mese di marzo, il tasso di disoccupazione si è stabilizzato al 5% mentre la variazione dell’occupazione è aumentata di 25.7k, battendo le previsioni di 15k, mentre i numeri del mese precedente sono stati modificati al rialzo a 10.7k. L’AUD/USD si è apprezzato temporaneamente ed è caduto sulla soglia di $ 0.72 prima di scendere a circa 0.7170.

Tuttavia, non ci è voluto molto tempo prima che la festa cominciasse. La pubblicazione dei deboli dati di produzione ha messo il mercato in modalità di avversione al rischio totale. La moneta unica ha preso un colpo di 60 pip ed è scivolata a 1.1250 dato che l’indice PMI manifatturiero della Germania non ha raggiunto le aspettative di 45 e si è situato a 44.5. L’indice PMI dei servizi è stato migliore del previsto anche se si è attestato a 55.6 contro i 55 previsti. Infine, la misura composita è salita a 52.1 dal 51.4 del mese precedente. Nel corso delle ultime settimane, l'euro ha lottato per prendere la via del ritorno da 1.1184 (minimo del 2 aprile) a 1.1324 (massimo del 17 aprile) in quanto gli investitori hanno cominciato a scontare gli argomenti per una crescita più rapida negli Stati Uniti e hanno anticipato un’altra decisione pessimista della Fed.

Tuttavia, la Banca centrale europea ha deciso di effettuare una svolta pessimista ed ha quindi cominciato a scartare qualsiasi aumento dei tassi nel breve termine. Nella sua ultima riunione, la BCE ha lanciato un nuovo ciclo di TLTRO (finanziamenti a basso costo per le banche) e ha abbassato le sue previsioni di crescita. Ultimamente, il Consiglio direttivo sta valutando l'eventualità di ampliare lo stimolo attuale. Contro un tale contesto, si stima che la moneta unica avrebbe difficoltà a muoversi verso l'alto. In effetti, nel corso degli ultimi paio di settimane il sentimento del rischio è stato eccellente, e gli investitori si sono precipitati ad acquistare asset rischiosi come le azioni; tuttavia, l'euro è stato a malapena in grado di consolidarsi in quel periodo. Crediamo che la corsa rialzista delle azioni sia in procinto di prendere una pausa mentre gli investitori prendono profitti. Ciò inevitabilmente innescherebbe l’interruttore di avversione al rischio, che molto probabilmente avrebbe un impatto sul mercato delle valute.

By Arnaud Masset

Autore: Swissquote Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online