Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.555,70
    +55,02 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    11.596,09
    -11,53 (-0,10%)
     
  • Nikkei 225

    26.871,27
    +379,30 (+1,43%)
     
  • EUR/USD

    1,0608
    +0,0049 (+0,47%)
     
  • BTC-EUR

    19.610,02
    -644,16 (-3,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    453,10
    -8,69 (-1,88%)
     
  • HANG SENG

    22.229,52
    +510,46 (+2,35%)
     
  • S&P 500

    3.919,92
    +8,18 (+0,21%)
     

I prodotti con i marchi dei supermercati fanno risparmiare? Lo studio

I prodotti con i marchi dei supermercati fanno risparmiare? Lo studio (getty)
I prodotti con i marchi dei supermercati fanno risparmiare? Lo studio (getty)

Sono aumentati a dismisura negli ultimi anni i prodotti con i marchi dei supermercati, pensiamo ad esempio a Coop, Conad, Carrefour o Esselunga.

Tra le tante altre caratteristiche che spingono i consumatori ad acquistare questi prodotti ci sono il prezzo, la qualità, l'origine delle materie prime, il gusto, i contenuti nutrizionali e la sostenibilità.

LEGGI ANCHE: Buoni pasto verso l'addio? I supermercati potrebbero non accettarli più

In media, la marca del supermercato garantisce un risparmio medio di circa il 15% rispetto al corrispettivo di marca e per questo non stupisce che si stia guadagnando una fetta di mercato sempre più ampia.

GUARDA ANCHE IL VIDEO - Conad: dalla proprietà alla storia e al fatturato

I consumatori, in periodo di crisi, tendono a stare particolarmente attenti al prezzo e non a caso già nel 2021, come aveva evidenziato l’indagine di Altroconsumo sui prezzi dei supermercati, il 45% degli articoli considerati “migliori acquisti” non erano prodotti di marca.

Secondo i dati di The European House – Ambrosetti, acquistare i marchi dei supermercati offre un risparmio notevole: "Nel 2020 la Marca del Distributore ha consentito un risparmio di oltre 2 miliardi di euro per le famiglie italiane, pari a un risparmio di 100 euro per ogni famiglia. Ma non solo: la Marca del Distributore attiva una filiera di 1.500 imprese, di cui circa l’85% è rappresentato da piccole e medie imprese e il 92% è italiano; sostiene una rete di 235.000 occupati diretti e indiretti lungo l’intera filiera; consente l’entrata di tante PMI italiane nel mass market; contribuisce alla tutela del made in Italy e alla difesa della qualità e varietà della tradizione enogastronomica italiana".

Anche nel 2022 si conferma la tendenza ad optare per la marca del supermercato, anche come conseguenza della pandemia e poi delle ripercussioni economiche della guerra in corso.

GUARDA ANCHE IL VIDEO - Coop: dalla proprietà alla storia e al fatturato

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli