Italia markets close in 7 hours 50 minutes
  • FTSE MIB

    24.713,53
    +101,49 (+0,41%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,26 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,44 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.518,34
    +160,52 (+0,55%)
     
  • Petrolio

    65,23
    +0,33 (+0,51%)
     
  • BTC-EUR

    48.452,51
    +295,50 (+0,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.569,30
    +133,52 (+9,30%)
     
  • Oro

    1.834,50
    +3,20 (+0,17%)
     
  • EUR/USD

    1,2146
    -0,0022 (-0,18%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.531,35
    -79,30 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.022,93
    -11,32 (-0,28%)
     
  • EUR/GBP

    0,8632
    -0,0062 (-0,71%)
     
  • EUR/CHF

    1,0945
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4703
    -0,0048 (-0,32%)
     

I vaccini scarseggiano, Figliuolo si deve accontentare di 315mila dosi al giorno

Pietro Salvatori
·Giornalista politico, Huffpost
·2 minuto per la lettura
General Francesco Paolo Figliuolo, extraordinary commissioner for the Covid-19 emergency, visiting the Messina vaccination center. (Photo by Gabriele Maricchiolo/NurPhoto via Getty Images) (Photo: NurPhoto via NurPhoto via Getty Images)
General Francesco Paolo Figliuolo, extraordinary commissioner for the Covid-19 emergency, visiting the Messina vaccination center. (Photo by Gabriele Maricchiolo/NurPhoto via Getty Images) (Photo: NurPhoto via NurPhoto via Getty Images)

Bisogna correre, è il mantra che risuona a Palazzo Chigi. Bisogna correre con le vaccinazioni per poter permettere al paese di ripartire. Dice una fonte di governo: “Quello che è successo oggi a due passi dal Parlamento, al netto delle infiltrazioni, non può lasciare indifferenti”. E d’altronde anche Mario Draghi nella conferenza stampa di giovedì scorso aveva sottolineato di avere ben presente la sofferenza di alcune categorie. La priorità per il premier è quella di accelerare il più possibile con i vaccini, unico modo nel quale le graduali riaperture che verranno non verranno seguite ancora una volta da nuove chiusure.

Lo studio di Draghi è stato il fulcro di una girandola di incontri proprio su questi temi. Prima il ministro dell’Economia Daniele Franco, poi il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli, infine il commissario all’emergenza Francesco Figliuolo. È con il generale che si è fatto il punto sulla campagna vaccinale, dovendo constatare un’amara verità: la soglia delle 500mila vaccinazioni al giorno promessa entro fine aprile non sarà raggiunta. Occorrerebbero 15 milioni di dosi al mese per toccare l’asticella, disponiamo all’incirca della metà. Il ministro per gli Affari regionali Mariastella Gelmini ammette che “il problema è che non sono ancora disponibili le dosi nei quantitativi che servirebbero”.

Figliuolo ha fissato un nuovo target, 315mila vaccinazioni al giorno, almeno per la settimana che va dal 15 al 22 aprile, in forza delle 4 milioni e 200 mila dosi in arrivo nei prossimi giorni, cercando anche di calmare il nervosismo di alcune Regioni, perplesse per la mancanza di comunicazione sulle dosi che riceveranno a maggio e per le tante mancate consegne delle ultime settimane.

Il premier ha confermato al generale la priorità: vaccinare la popolazione per ...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.