Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    47.786,71
    +1.823,16 (+3,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0100 (+0,83%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8694
    +0,0012 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4751
    +0,0088 (+0,60%)
     

Ibarra: lascio Sky più forte e con piani di sviluppo ben definiti

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 apr. (askanews) - Maximo Ibarra dice addio a Sky Italia lasciando la società "più forte e con piani di sviluppo ben definiti". Lo afferma lo stesso Ibarra dopo essersi dimesso da amministratore delegato per passare a Engineering come nuovo Ceo. "Sono entusiasta di entrare a fare parte di Engineering - sottolinea Ibarra - il campione italiano della digital transformation e dello sviluppo di soluzioni software e piattaforme proprietarie per il mercato entreprise".

"Metterò a disposizione le mie competenze - spiega l'ad - non solo in qualità di Ceo ma anche come imprenditore in partnership con i fondi di investimento coinvolti, per costruire nuove sinergie e rafforzare i livelli di collaborazione. Una scelta di visione imprenditoriale che rappresenta una svolta fondamentale nel mio percorso professionale dopo la produttiva esperienza in Sky, che lascio più forte e con piani di sviluppo ben definiti".

"Sarò impegnato - aggiunge Ibarra - ad accelerare la crescita di Engineering attraverso una strategia industriale volta a cogliere le numerose opportunità in un settore in profonda e costante evoluzione come quello dell'information technology, in un momento in cui l'Europa sta per compiere un grande sforzo per la digitalizzazione e l'innovazione".