Italia markets open in 3 hours 58 minutes
  • Dow Jones

    35.754,75
    +35,32 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.786,99
    +100,07 (+0,64%)
     
  • Nikkei 225

    28.846,46
    -14,16 (-0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1342
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    43.751,85
    -802,56 (-1,80%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.298,05
    -7,06 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    24.226,49
    +229,62 (+0,96%)
     
  • S&P 500

    4.701,21
    +14,46 (+0,31%)
     

Idealista:si ‘riscaldano’ affitti grandi città,stabili Roma e Torino

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 nov. (askanews) - Ad ottobre i prezzi delle locazioni sono "pressoché stabili (-0,1%) rispetto al mese precedente, a quota 11,4 euro mensili" al metroquadro. Ma i canoni "sono in aumento del 5% su base annuale" e stanno tornando "in terreno positivo" le aree più dinamiche, quelle più colpite dalle conseguenze del Covid, "come Milano, Bologna e Firenze". E' quanto rileva l'ufficio studi di Idealista.

Tutti i principali mercati dell'affitto hanno ritrovato vigore, con Firenze (2,9%) che guida il treno degli aumenti, davanti a Venezia (2,6%) e Milano (2,3%). Bene tutti gli altri grandi mercati con incrementi un po' ovunque, da Bologna (1,8%) a Palermo (1,2%), passando per Napoli (0,7%). Rimangono invece stabili Roma e Torino.

Milano resta la città più cara per gli inquilini con una media di 19 euro mensili al metro quadro seguita da Firenze (15 euro/m²), Venezia (entrambi 14,5 euro/m²) e Bologna (14 euro/m²), mentre Roma si ferma a 13,3 euro mensili. Allo stesso tempo, a ottobre è Vibo Valentia (4,3 euro/m²) il capoluogo più economico per gli inquilini, davanti a Caltanissetta con 4,4 euro l'anno.

Per quanto riguarda in particolare i capoluoghi, oltre la metà di quelli monitorati - 47 su 91 - presentano variazioni positive; 7 i centri con prezzi di richiesta stabili a ottobre. Fluttuazioni deboli in più di un terzo dei mercati cittadini, comprese in una forbice tra il -1% e l'1%, mentre agli estremi delle variazioni troviamo Massa (-10,2%), Prato (-6,8%) e Vibo Valentia (-6,2%) con le performance peggiori, dall'altro in rialzo sono Ragusa (12%), Cagliari (10,7%) e Agrigento (10,4%) guidano con aumenti a due cifre.

Passando alle Province, ci sono valori in calo nell'ultimo mese in 2 su 3 con volatilità sempre molto elevate dopo i mesi estivi in particolare nelle province di Massa Carrara (-28,6%), Latina (-18,7%) e Grosseto (-15,3%). Cali a doppia cifra anche per Oristano e Rimini, rispettivamente del 13,6% e 13,4%. Il resto delle aree in ribasso va dal 9,2% di Lucca allo 0,1% che accomuna Brescia, Treviso, Bergamo, Catania e Nuoro. I prezzi crescono in 36 mercati provinciali trascinati da Ragusa (5,5%), Caltanissetta (5,5%) e Isernia (5%). Grosseto (20,6 euro/m²) è la provincia più cara per l'affitto, seguita da Ravenna (19,3 euro/m²) e Milano (18,2 euro/m²). Tra le zone più care al livello provinciale troviamo anche Lucca (16,7%), Rimini (16,4%) e Firenze (14%), tutti mercati in qualche modo influenzati dalla locazione turistica. Dal lato opposto della graduatoria, la più economica si conferma Caltanissetta (4,8 euro/m²) davanti a Isernia con soli 5 euro di richiesta media mensile.

Quanto alle Regioni, sono 11 le macroaree che assecondano la tendenza lievemente ribassista a livello nazionale in ottobre. Tra queste la performance peggiore spetta alla Basilicata (-5,9%) davanti alla Calabria (-3,6%) e le Marche (-2,8%). Indici di ribasso inferiori al due per cento per il resto delle aree regionali dalla Toscana (-1,7%) al Trentino-Alto Adige (-0,6%). In controtendenza, a guidare è il Friuli-Venezia Giulia (6,2%), davanti a Umbria (2,8%), Valle d'Aosta (1,9%) e Lombardia (1,6%). Stabile il Piemonte.

Proprio il mercato lombardo consolida il primato nazionale dei prezzi delle locazioni, a una media di 15,7 euro al metro quadro mensili. A seguire troviamo Valle d'Aosta (13 euro/m²), Toscana (12,7 euro/m²), Lazio (entrambe 12,4 euro/m²) e Trentino-Alto Adige (11,5 euro/m²). Canoni inferiori alla media nazionale di 11,4 euro mensili per 15 regioni comprese tra gli 11 euro richiesti dai proprietari dell'Emilia-Romagna e i 5,5 euro di canone medio mensile richiesti in Molise.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli