Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.836,93
    -433,16 (-1,39%)
     
  • Nasdaq

    12.709,02
    -288,73 (-2,22%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,11
    -628,99 (-2,13%)
     
  • EUR/USD

    1,1975
    -0,0092 (-0,77%)
     
  • BTC-EUR

    40.149,04
    -3.171,05 (-7,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    963,25
    -23,96 (-2,43%)
     
  • HANG SENG

    29.236,79
    -643,63 (-2,15%)
     
  • S&P 500

    3.760,80
    -58,92 (-1,54%)
     

Il Bayern tramortisce la Lazio, ora i quarti diventano utopia: 1-4 all'Olimpico

Matteo Baldini
·2 minuto per la lettura

Settimana di esami duri per le italiane in Champions League, Lazio e Atalanta cercano un loro posto d'onore nell'Europa delle vere big, dei nomi che incutono timore, e i primi a presentarsi di fronte all'ardua impresa sono i biancocelesti di Inzaghi. L'avversario è il Bayern Monaco, spesso muro invalicabile e sinonimo di sciagura e sonore batoste per le rivali: la missione, di fatto, è ribaltare un pronostico che agli occhi di tanti appare scritto. Inzaghi per l'andata degli ottavi, all'Olimpico, punta sul consueto 3-5-2, Correa agisce a supporto di Immobile, in difesa confermato Musacchio dal primo minuto. Dall'altra parte Coman, il 2003 Musiala e Sané agiscono alle spalle di Lewandowski.

Esultanza bavarese | Paolo Bruno/Getty Images
Esultanza bavarese | Paolo Bruno/Getty Images

Le prime avvisaglie non sono incoraggianti, la Lazio si ritrova sotto prima del decimo: disastro di Musacchio e Lewandowski ne approfitta, saltando poi Reina e depositando in rete. Dopo l'avvio choc la Lazio prova a rialzare la testa ma, proprio quando sembra essere pienamente in partita, subisce il gol dello 0-2: lo firma il giovanissimo Musiala con un destro rasoterra dal limite. Il passivo si fa ancor più pesante a fine primo tempo: Coman fa tutto da solo e impegna Reina, Sané si avventa sulla respinta e porta il risultato sullo 0-3.

Un risultato che mette in sostanza già al riparo il Bayern dopo una frazione di gioco, senza contare che appena tornate in campo le squadre arriva anche il poker: goffo autogol di Acerbi, intervenuto su un cross tagliato di Sané, lanciato in campo aperto e bravo a liberarsi dei marcatori. La nota lieta della serata della Lazio, la sola, è il dialogo Luis Alberto-Correa: gran controllo del primo che serve il secondo, capace di farsi largo tra le maglie avversarie e di firmare il gol dell'1-4. La rete laziale non dà però la spinta per cercare l'impresa, o per rendere meno complessa la rimonta necessaria al ritorno: possesso efficace dei bavaresi di Flick nel finale e risultato in cassaforte, con una qualificazione ai quarti che per la Lazio appare adesso come un miraggio.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.