Italia markets close in 6 hours 50 minutes
  • FTSE MIB

    23.804,31
    +122,74 (+0,52%)
     
  • Dow Jones

    31.802,44
    +306,14 (+0,97%)
     
  • Nasdaq

    12.609,16
    -310,99 (-2,41%)
     
  • Nikkei 225

    29.027,94
    +284,69 (+0,99%)
     
  • Petrolio

    65,37
    +0,32 (+0,49%)
     
  • BTC-EUR

    45.571,24
    +3.413,89 (+8,10%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.094,26
    +70,05 (+6,84%)
     
  • Oro

    1.699,60
    +21,60 (+1,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1902
    +0,0049 (+0,42%)
     
  • S&P 500

    3.821,35
    -20,59 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    28.773,23
    +232,40 (+0,81%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.773,23
    +9,99 (+0,27%)
     
  • EUR/GBP

    0,8564
    -0,0006 (-0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,1111
    +0,0020 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,5004
    +0,0010 (+0,07%)
     

Il Cambio EUR/USD si Muove Ancora nella Banda tra 1,2110 e 1,2150

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

L’Euro si è mosso ancora lentamente nella seduta di ieri, senza particolari spunti rialzisti, e stamattina il cambio EUR/USD si trova ancora stabile a quota 1,2124, alle ore 8:40.

Analizzando i movimenti degli ultimi giorni, si può rilevare come il cross in questione sia bloccato in un intervallo di circa 40 pip, con il prezzo ancora poco volatile tra quota 1,2110 e 1,2150.

Se il cambio EUR/USD riuscisse ad allontanarsi rapidamente da questa soglia, allora si potrebbe ritornare ad attirare l’interesse del mercato e potremmo già ipotizzare un rialzo o ribasso di maggiore entità. Allo stato attuale, però, a mancare sono gli stimoli per un movimento più netto del prezzo.

Previsioni sul Cambio EUR/USD

L’analisi sopra riportata si limita comunque al brevissimo periodo. L’euro si trova infatti in questa fase di possibile consolidamento dopo un rally cavalcato per diversi giorni e che ha ridotto le perdite contro il dollaro nel 2021.

Guardando all’ultima analisi tecnica, la fascia di supporto per il cambio EUR/USD si trova a 1,21 e successivamente a 1,2090 e 1,2070.

La resistenza da infrangere per riprendere la tendenza rialzista è quella di 1,2150 a cui poi farà seguito, eventualmente, quella da 1,2180.

Come sopra accennato, dunque, l’intervallo di stasi attuale è rappresentato da una banda di prezzo molto ristretta e dunque la corsa potrebbe riprendere a breve.

In ogni caso, come sempre, sarà fondamentale monitorare eventuali novità legate all’andamento dei vaccini e alle misure di stimolo statunitensi e dell’Unione Europea, che costituiscono i principali market movers per il cambio EUR/USD.

Infine, si evidenzia che anche l’indice del dollaro statunitense si è mosso lentamente nelle scorse ore, restando intorno ai 90,5 punti, dal momento che l’euro è la principale componente del paniere.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: