Italia markets close in 2 hours 31 minutes
  • FTSE MIB

    24.353,47
    -99,46 (-0,41%)
     
  • Dow Jones

    33.587,66
    -681,50 (-1,99%)
     
  • Nasdaq

    13.031,68
    -357,75 (-2,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.448,01
    -699,50 (-2,49%)
     
  • Petrolio

    64,64
    -1,44 (-2,18%)
     
  • BTC-EUR

    41.528,02
    -5.453,52 (-11,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.359,71
    -204,12 (-13,05%)
     
  • Oro

    1.817,20
    -5,60 (-0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,2088
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.063,04
    -89,06 (-2,14%)
     
  • HANG SENG

    27.718,67
    -512,37 (-1,81%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.947,43
    +1,37 (+0,03%)
     
  • EUR/GBP

    0,8611
    +0,0024 (+0,28%)
     
  • EUR/CHF

    1,0967
    -0,0000 (-0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,4660
    +0,0017 (+0,12%)
     

Il Cambio Euro Dollaro Sta Digerendo i Dati Macro Economici

Angelo Papale
·2 minuto per la lettura

Nella settimana che sta per finire, il cambio euro dollaro si presta a terminare con un rialzo dello 0,50% circa. Dollaro USA, nonostante i dati migliori della controparte europea, si mostra molto debole. Nel Vecchio Continente la produzione manifatturiera ha superato le aspettative, come quello dei servizi che da agosto non cresce.

La corrente che tira è di un miglioramento inaspettato della situazione pandemica in Europa. Le graduali riaperture nei diversi Stati danno fiducia ai traders che si trovano in posizione lunga sul fiber. Anche lo spread tra Bond decennali e Treasury sta aumentando, accompagnando la forza dell’euro sul biglietto verde.

Calendario di oggi per il Cambio Euro Dollaro

Come già accennato prima, il cambio euro dollaro sta beneficiando dei dati positivi provenienti dalla zona euro e dalla Germania. Per il motore d’Europa, il sentiment dei direttori degli acquisti del settore manifatturiero di aprile registra un miglioramento.

L’indice assume un valore pari a 66,4 contro la stima di 65,8. Viceversa per lo stesso indicatore nel settore servizi, si evidenzia un leggero peggioramento con un valore di 50,1. Il valore previsto dagli analisti è di 50,8. In Europa l’indice PMI registra un valore maggiore rispetto alle aspettative, 63,3 contro 62 di previsione. Anche l’indice dei direttori degli acquisti nel settore servizi risulta in miglioramento con un valore di 50,3.

Il valore previsto era di 49,1. Dagli USA arrivano notizie positive per il dollaro. La vendita di nuove abitazioni balza nel mese di gennaio, registrando un valore di 1,021 milioni di unità vendute. La previsione, ampiamente battuta, era di 886.000 unità. L’incremento in termini percentuali è del 20,7%. Appuntamento alle 21:30 per l’info sulle posizioni speculative nette sull’euro.

Il Cambio Euro Dollaro termina la settimana sotto 1.20925

Il cambio euro dollaro si presta a terminare su 1.2050, sopra massimo registrato ad agosto 2020 di 1.2011. Questo cross non è riuscito ad andare oltre 1.20925. Il trend in corso tiene poiché il cambio sta utilizzando come supporto la media a 21 periodi. Attenzione all’RSI che sta aumentando avvicinandosi alla zona di ipercomprato.

Al momento si trova su livelli non preoccupanti, ma l’attenzione non deve calare. Sulla base dei dati e della situazione macro economica, l’euro sta mostrando i muscoli necessari per poter riprendere il trend avuto prima della correzione. La ripresa delle attività legate al turismo in questa estate accompagnerà l’aumento dei consumi e di conseguenza la forza dell’euro.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: