Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.161,93
    -29,92 (-0,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Il cedimento di un costone all'altezza di Sasso Marconi ha fatto scattare l'allarme

Pericolo sulla linea ferroviaria Bologna-Porretta
Pericolo sulla linea ferroviaria Bologna-Porretta

A causa del maltempo sono scattate le verifiche su una rupe e c’è stato lo stop sulla ferrovia BolognaPorretta, il cedimento di un costone all’altezza di Sasso Marconi con caduta di rami e detriti ha fatto scattare l’allarme ed innescato dal primo pomeriggio del 24 novembre la sospensione della circolazione sulla linea ferroviaria Bologna-Porretta. Il motivo è da ricercarsi nella caduta di alcuni detriti rocciosi dalla ‘rupe’ di Sasso Marconi, nel Bolognese.

Maltempo, verifiche su una rupe

In precedenza il traffico ferroviario era già stato rallentato ed era stato istituito un senso unico alternato sulla strada statale Porrettana, con presidio di sorveglianza h24. Le verifiche dovrebbero essere terminate o in procinto di esito finale. Le verifiche e gli accertamenti tecnici sono andati avanti dal primo pomeriggio e per tutta la notte fra il 24 ed il 25 novembre.

Ritardi e cancellazioni dei treni regionali

La chiusura temporanea della linea ferroviaria dovuta alla necessità di rimuovere un masso pericolante dovrebbe essere cessata in queste ore notturne. Trenitalia aveva fatto sapere che i convogli regionali avrebbero potuto subire cancellazioni e limitazioni di percorso. C’era la necessità di un intervento di messa in sicurezza del tratto di parete rocciosa interessato dal distacco dei detriti.