Italia markets open in 7 hours 26 minutes
  • Dow Jones

    33.587,66
    -681,50 (-1,99%)
     
  • Nasdaq

    13.031,68
    -357,75 (-2,67%)
     
  • Nikkei 225

    28.147,51
    -461,08 (-1,61%)
     
  • EUR/USD

    1,2079
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    43.037,22
    -3.949,67 (-8,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.475,23
    -88,60 (-5,67%)
     
  • HANG SENG

    28.231,04
    +217,23 (+0,78%)
     
  • S&P 500

    4.063,04
    -89,06 (-2,14%)
     

Il ceo di Pfizer: "In Europa possibile ritorno alla normalità in autunno"

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
- (Photo: Steven Ferdman via Getty Images)
- (Photo: Steven Ferdman via Getty Images)

È possibile che l’Europa possa tornare alla normalità nell’autunno grazie agli effetti della campagna vaccinale. A dirlo è il presidente e Ceo di Pfizer Albert Bourla, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

“Noi stiamo programmando di aumentare drasticamente le forniture di vaccini all’Europa nelle prossime settimane. In questo trimestre consegneremo oltre quattro volte in più che nel primo trimestre: 250 milioni di dosi dopo averne date 62 milioni fino a marzo. E siamo in discussione per fare di più. Certo, c’è sempre la possibilità che qualcosa vada storto, come si vede dai problemi che hanno altre aziende”.

Ma Bourla si dice “ottimista perché finora abbiamo prodotto tantissimo ed è andata bene quasi al 100%”. Viene spiegato che Pfizer può aiutare in caso di ritardi degli altri vaccini; è in grado di produrre “più di tre miliardi di dosi il prossimo anno”.

Sul possibile ritorno alla normalità in autunno, il presidente e Ceo di Pfizer risponde:

“Credo di sì. Lo vediamo da Israele. Certo Israele è piccolo, con movimenti in entrata e uscita limitati. Ma lì siamo riusciti a dimostrare al mondo che c’è speranza. Quello era il senso dello studio sui dati israeliani. Sapevamo che l’euforia sarebbe venuta meno quando la gente, mese dopo mese, vede che la vita non cambia molto”.

Dunque l’esempio israeliano fornisce speranze anche per il Vecchio Continente, ribadisce Bourla.

“Quando vaccini gran parte della popolazione, diventa possibile tornare quasi alla vita di prima”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.