Italia markets open in 2 hours 55 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.425,37
    +128,51 (+0,49%)
     
  • EUR/USD

    1,1929
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    14.903,72
    -763,05 (-4,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    346,76
    -23,75 (-6,41%)
     
  • HANG SENG

    26.672,52
    +2,77 (+0,01%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

Il Ceo di Pfizer ha venduto azioni per 5,5 milioni nel giorno dell’annuncio del vaccino

Redazione
·1 minuto per la lettura
Il Ceo di Pfizer ha venduto azioni per 5,5 milioni nel giorno dell’annuncio del vaccino
Il Ceo di Pfizer ha venduto azioni per 5,5 milioni nel giorno dell’annuncio del vaccino

La cessione di 132.508 azioni di Pfizer in possesso di Albert Bourla era stata concordata lo scorso agosto al raggiungimento di una determinata soglia di prezzo

Il Ceo di Pfizer Albert Bourla ha incassato 5,56 milioni di dollari dalla vendita di 132.508 azioni di Pfizer nel giorno dell’annuncio dei risultati positivi del vaccino. Era stato lo stesso Bourla, con grande sollievo praticamente per tutto il pianeta, ad affermare che il vaccino anti-Covid sviluppato da BioNtech e Pfizer era efficace nel 90% dei casi, parlando di “grande passo per l’umanità”.

VENDITA A QUASI 42 DOLLARI

Secondo quanto riportato da diversi siti americani, tra cui CNN che cita fonti della Sec (l’equivalente della nostra Consob9) al prezzo di 41,94 dollari per azione. Oggi il titolo della società farmaceutica è sceso a 38,03 dollari. Interpellata sull’accaduto, la stessa Pfizer ha spiegato che la vendita faceva parte di un piano già concordato tra azienda e Bourla. In pratica, secondo un piano di trading già stabilito lo scorso 19 agosto, la vendita è scattata dopo che le azioni hanno raggiunto una soglia predeterminata.

LA SPIEGAZIONE DI PFIZER

Lunedì, giorno dell’annuncio del vaccino che potrebbe presto ricevere l’approvazione della Fda, Pfizer aveva guadagnato il 7,69%. Come riportato da CNN, che ha contattato la società farmaceutica, capita spesso che i dirigenti delle aziende vendano azioni secondo piani predefiniti. Ma in alcuni casi, per allontanare qualsiasi tipo di sospetto sulla volontà di capitalizzare la crescita, gli stessi dirigenti scelgono di rimandare la cessione delle azioni.