Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    30.084,95
    +318,81 (+1,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Il Dato NFP Fa Evaporare il Guadagno dell’USD, Ora Quali Sono le Previsioni sull’Euro Dollaro?

·2 minuto per la lettura

Un fine settimana intrigante per il prezzo del cambio euro dollaro che, nonostante un colpo di coda nella giornata di venerdì (+0,31%), ha chiuso in lieve ribasso rispetto alla settimana precedente (-0,21%) sottolineando una frenata del rally iniziato ad inizio aprile. Dopo una settimana influenzata dai dati USA, questa volta tocca all’area EURO di rendere i giochi interessanti. Tutti gli occhi sono puntati nella giornata di giovedì 10 giugno con la riunione del Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea (BCE) alle 13.45.

C’è solo una cosa che gli investitori del fiber vorranno sapere dopo che il Consiglio direttivo della Banca Centrale Europea avrà terminato la sua riunione di giugno giovedì: “quando inizierà a ridurre i suoi programmi di stimolo monetario”. Probabilmente rimarranno delusi, sia dalla dichiarazione post-riunione che dalla presidente Christine Lagarde nella successiva conferenza stampa; come risaputo, i paesi europei sono dipendenti dai massicci aiuti della Banca Centrale e anche un timido tentativo di ridimensionamento significherebbe un terremoto non indifferente per l’economia dell’eurozona, fortemente dipendente dagli aiuti.

Cambio euro dollaro, le prospettive del fiber condizionate dalla BCE, e non solo…

Difatti, la BCE sembra desiderosa di evitare ogni menzione di un ritiro dello stimolo per paura che anche solo discuterne aumenti i rendimenti obbligazionari dell’Eurozona e danneggi la ripresa economica dalla crisi causata dalla pandemia di coronavirus.

In queste settimane è risaputo che il future del dollaro americano ha fortemente influenzato l’andamento dell’euro dollaro. Il dollaro USA (future DXY) ha avuto un buon inizio durante la prima settimana di giugno fino a venerdì dove si è imbattuto nel rapporto sui salari non agricoli degli Stati Uniti di maggio. Ma l’area di demand sta ancora tenendo e ciò suggerisce che è ancora valido l’input di un possibile spunto rialzista.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni cambio euro dollaro

Il grafico sottostante (prezzo fiber al momento della scrittura a 1,2164) mette in evidenza il possibile punto di swing ribassista con un target tra il 50 e il 61.8 di Fibonacci, ossia tra 1,1985 e 1,1919.

Ovviamente è consigliato attendere il vero input ribassista, ossia una chiusura giornaliera (tra giovedì/venerdì) o settimanale al di sotto di 1,2133. Target di breve termine dell’euro dollaro 1,2051.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli