Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.812,69
    +554,37 (+1,62%)
     
  • Nasdaq

    15.063,21
    +166,36 (+1,12%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1747
    +0,0051 (+0,43%)
     
  • BTC-EUR

    38.092,00
    +860,12 (+2,31%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.120,78
    +11,86 (+1,07%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.456,74
    +61,10 (+1,39%)
     

Il Dollaro USA non Riesce a Rialzarsi, l’Euro Dollaro Pronto al Rialzo?

·2 minuto per la lettura

Il prezzo dell’euro dollaro ha continuato a mantenere la sua posizione di attesa nei pressi dell’area di demand dopo che l’IPC statunitense ha registrato nella giornata di ieri un passo indietro rispetto al mese precedente. Sebbene sia stato un dato leggermente inferiore rispetto a quello del mese di luglio, questo sembrerebbe alleviare la pressione sulla FED affinché modifichi drasticamente i suoi piani di riduzione di acquisto di asset durante la riunione del FOMC della prossima settimana.

Da attenzionare le cattive notizie provenienti dalla Cina, con le vendite al dettaglio che hanno registrato il 2,5% per il mese di agosto, mancando le stime del 7,0% e dell’8,5% dei mesi precedenti. Allo stesso tempo, la produzione industriale cinese si è attestata al 5,3% per agosto, al di sotto delle previsioni del 5,8% e un risultato precedente del 6,4%. Tutto questo ha portato l’indice Hang Seng di Hong Kong in profondo rosso così come gli indici della Cina continentale.

Il fiber sotto i due possibili tapering BCE-FED

Sembra che la BCE non abbia fretta di normalizzare la propria politica monetaria ed inoltre la Banca Centrale ribadisce che il PEPP opererà “con una dotazione complessiva di 1.850 miliardi di euro almeno fino alla fine di marzo 2022 e, comunque, fino a quando non giudicherà che la fase di crisi del coronavirus è finita” e l’euro dollaro potrebbe dover affrontare venti contrari in vista della decisione sui tassi di interesse del Federal Open Market Committee (FOMC) il 22 settembre, poiché il presidente Jerome Powell e i funzionari della FED stanno iniziando a mostrare una maggiore disponibilità a cambiare marcia.

Fino ad allora, la speculazione che circonda la BCE e il FOMC sul fiber continuerà poiché entrambe le Banche Centrali mantengono un approccio basato sui risultati per la propria politica monetaria, ma un ulteriore calo del tasso di cambio potrebbe alimentare il recente capovolgimento del sentiment come visto in precedenza questo anno.

Outlook tecno-grafico e previsioni euro dollaro

Il fiber viene in questo momento scambiato in un preciso intervallo: l’area di demand (1,16/1,1790) e la resistenza 1,1880.

Dopo il tentativo di break-in nell’area di demand, il prezzo sembra pronto ad andare long grazie anche al dato IPC di ieri, il quale sta dando un’influenza negativa sul dollaro americano. Al momento l’unico obiettivo del fiber è la resistenza 1,1880.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli