Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    19.990,52
    -5,56 (-0,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0112
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,3602
    -0,0072 (-0,53%)
     

Il "falco" Powell non frena Wall Street, vola il Nasdaq a +2,72%

Eric Baradat/AFP

AGI - La Borsa di Wall Street ha chiuso in deciso rialzo, spinta dai buoni dati macroeconomici che sembrano aver allontanato i timori di una prossima recessione.

Il Dow Jones ha guadagnato l'1,34% a 32.565 punti, l'S&P 500 il 2,02% a 4.089 e il Nasdaq il 2,76% a 11.984.

L'umore degli investitori non è stato rovinato neanche dalle parole del presidente della Fed, Jerome Powell, che, intervistato dal Wall Street Journal, ha usato toni molto risoluti contro l'inflazione e sulla necessità che l'istituto centrale statunitense faccia tutto ciò che è nelle sue possibilità per contrastare la corsa dei prezzi, anche a costo di raffreddare l'andamento dell'economia.

Il numero uno della Federal Reserve ha scelto di vestirsi da "falco" e ha avvertito che il ciclo del rialzo dei tassi continuerà fin quando i prezzi al consumo non torneranno a scendere "in modo chiaro e convincente". La lotta contro l'inflazione, ha aggiunto, va combattuta "senza condizioni" e riportare la stabilità dei prezzi negli Usa è un compito che trova la Fed "unita e risoluta".

Parole tutto sommato attese dal mercato, che già sconta una serie di rialzi dello 0,50% dei tassi d'interesse base nei prossimi mesi.

Più sorprendenti, in senso positivo, sono stati invece giudicati i dati sulle vendite al dettaglio e la produzione industriale ad aprile, che hanno battuto le stime degli analisti e fornito testimonianza che la corsa del costo della vita non sta per ora influenzando la propensione all'acquisto dei consumatori americani.

Gli acquisti hanno premiato soprattutto i tecnologici, più penalizzati dai cali delle scorse settimane. Apple è salita del 2,54%, mentre Tesla ha guadagnato il 5,14%. Ben comprati anche i titoli del comparto finanziario, dopo che Berkshire Hathaway ha reso noto di aver investito 3 miliardi di dollari in Citigroup (+7,47%). La revisione al rialzo delle stime trimestrali di United Airlines (+7,88%) ha acceso l'interesse sul settore del trasporto aereo, con benefici soprattutto per Delta Airlines (+6,60%) e Spirit Airlines (+7,11%).

Walmart è invece crollata dell'11,38% sulla scia di una trimestrale giudicata deludente. Un andamento che ha indebolito altri titoli del retail come Target, che è scesa dell'1,41%, e Dollar Tree, che ha ceduto il 3,16%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli