Italia markets close in 4 hours 38 minutes
  • FTSE MIB

    26.154,60
    +301,61 (+1,17%)
     
  • Dow Jones

    34.899,34
    -905,06 (-2,53%)
     
  • Nasdaq

    15.491,66
    -353,54 (-2,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,92
    -467,70 (-1,63%)
     
  • Petrolio

    71,46
    +3,31 (+4,86%)
     
  • BTC-EUR

    50.632,60
    +2.030,13 (+4,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.428,49
    -26,92 (-1,85%)
     
  • Oro

    1.796,60
    +8,50 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,1297
    -0,0023 (-0,20%)
     
  • S&P 500

    4.594,62
    -106,84 (-2,27%)
     
  • HANG SENG

    23.852,24
    -228,28 (-0,95%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.140,63
    +51,05 (+1,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8458
    -0,0030 (-0,35%)
     
  • EUR/CHF

    1,0432
    -0,0008 (-0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4379
    -0,0092 (-0,64%)
     

Il Fintech è (anche) green. Premiati i vincitori del G20 TechSprint

·3 minuto per la lettura
G20 Techsprint 2021 (Photo: https://www.techsprint2021.it/)
G20 Techsprint 2021 (Photo: https://www.techsprint2021.it/)

La finanza può aiutare l’ambiente. E può farlo favorendo il contrasto al cambiamento climatico. Questo è stato il tema dominante dell’ultima edizione del G20 TechSprint, una competizione internazionale in formato ‘hackaton’ organizzata dalla presidenza italiana del G20. La gara vedeva la partecipazione di professionisti e imprese (start-up ma anche aziende già affermate) con progetti volti ad individuare tecnologie adatte alla sfida richiesta. Insomma, abbiamo bisogno di un Fintech Green.

Nella cornice del Museo della Scienza e della Tecnologia, l’innovation hub della Banca Europea degli Investimenti e la Banca d’Italia hanno premiato lunedì le tre squadre vincitrici del concorso. I belgi di Greenomy per la categoria ‘Raccolta, verifica e condivisione di dati’, hanno presentato una piattaforma di aggregazione di fondi su progetti indirizzati alla transizione verso un’economia neutrale in linea con il Green Deal dell’Unione Europea. I britannici di Add To My Mortgage, per la categoria ‘Miglior collegamento tra progetti e investitori’ con un progetto volto a fornire supporto nel finanziamento di soluzioni energetiche maggiormente sostenibili nel campo delle ristrutturazioni di immobili residenziali. Gli italiani di CRIF, Pierpaolo Cristaudo e Matteo Squadrani hanno invece lavorato ad una suite per dare supporto agli enti nel monitorare e segnalare i rischi legati al clima.

All’evento erano presenti alcune delle più importanti autorità italiane ed europee in ambito bancario, tra cui il governatore di Bankitalia Ignazio Visco; la Vice Direttrice Generale Alessandra Perrazzelli, e il Capo dell’Innovation Hub della Banca dei Regolamenti Internazionali Benoît Cœuré. I vincitori si sono aggiudicati un premio di 50.000 euro ciascuno offerto dalla Banca d’Italia. Ora potranno partecipare alla fase finale del Global Fintech Hackcelerator organizzato dall’Autorità monetaria di Singapore, presentando le proprie soluzioni al FinTech Festival.

“Il nostro progetto – racconta ad HuffPost Alexander Stevens, Ceo di Greenomy – si basa su una piattaforma che aiuta le aziende, gli istituti di credito e gli investitori a misurare, rendicontare e migliorare i propri livelli di sostenibilità. I livelli previsti dalla piattaforma sono calibrati in base alla nuova legislazione UE in materia di finanza sostenibile. Un progetto molto importante in ambito Fintech, perché la rendicontazione della sostenibilità sta diventando obbligatoria”.

Il lavoro di Pierpaolo Cristaudo e Matteo Squadrani, entrambi dell’azienda bolognese CRIF, ha portato alla nascita del progetto Climate Risk Analytics Suite: “La nostra è una piattaforma digitale che raccoglie gli elementi (dati, algoritmi e metodologie) utili a supportare le istituzioni finanziarie nella valutazione dei rischi fisici. Grazie a questo prodotto – spiegano ad HuffPost – è possibile valutare il danno che un’alluvione potrebbe causare su uno stabilimento produttivo e quindi valutare l’impatto che questo evento potrà avere sulla solidità finanziaria dell’azienda. Questa soluzione può rappresentare un passaggio fondamentale nella capacità del sistema bancario di quantificare gli impatti degli eventi naturali”.

Il terzo vincitore, il britannico Rory Duff, del Team Home Infrastructure Technology, ha spiegato – in un colloquio con HuffPost – che la sua piattaforma Fintech consente ai venditori di prodotti ecologici di offrire prestiti aggiuntivi ai proprietari di case per finanziare i miglioramenti delle case ecologiche. “L′89% dei nostri clienti ha affermato che la nostra piattaforma li renderebbe più propensi a prendere in considerazione un miglioramento ecologico della casa. Poiché le proprietà domestiche rappresentano il 15% delle emissioni mondiali di CO2, trovare il giusto finanziamento per i proprietari di case è un problema grande e difficile da risolvere. Ma noi siamo qui per questo”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli