Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    20.077,43
    +40,69 (+0,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0099
    -0,0012 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,3603
    -0,0071 (-0,52%)
     

Il flop del concorso in magistratura

concorso in magistratura
concorso in magistratura

Il recente concorso in magistratura è stato un vero e proprio disastro: agli scritti è passato solamente il 5,7% dei partecipanti. Il commissario d’esame Luca Poniz, pm a Milano, che ha corretto i compiti degli aspiranti magistrati, ha fatto sapere, tramite alcune dichiarazioni a Repubblica, di come diversi candidati non sappiano andare a capo. Si parla inoltre di errori “marchiani” di “concetto”, di “diritto” e di “grammatica”.

Nel 2021 erano 3.797 i candidati al ruolo di giudice o pubblico ministero. Gli aspiranti hanno partecipato a una procedura concorsuale che ha messo a disposizione trecentodieci posti. Come quasi sempre accade in questo tipo di concorsi i partecipanti hanno dovuto affrontare una prova scritta, che tuttavia si è rivelata un flop.

Flop concorso in magistratura: numerosi errori di italiano

Un disastro bello e buono quello del concorso in magistratura, le cui prove scritte sono state superate da poco più del 5% dei candidati. Un numero sparuto che tuttavia potrà accedere alla prova orale. Causa principale del flop i numerosi errori di grammatica italiana. Inizialmente erano quasi 3.800 gli aspiranti, ma ne sono “sopravvissuti” in duecentoventi. Eventuale selezione verrà fatta agli orali. Tale situazione porterà comunque a un numero considerevole di posti scoperti: Younipa.it parla di almeno novanta posti rimanenti vacanti sui trecentodieci messi a disposizione dal bando.

Poniz: “Grave povertà argomentativa”

Luca Poniz ha messo in evidenza “una grande povertà argomentativa e povertà linguistica, molto spesso temi che ricalcano schemi pre-confezionati, senza una grande capacità di ragionamento, una scarsa originalità, poca conseguenzialità … Trovare candidati del concorso in magistratura che non sanno andare a capo è un problema molto serio, io Io l’ho imparato in terza elementare”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli