Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.717,42
    +79,23 (+0,31%)
     
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,36 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,09 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    28.948,73
    -9,83 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    70,78
    +0,49 (+0,70%)
     
  • BTC-EUR

    29.335,80
    -481,48 (-1,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    924,19
    -17,62 (-1,87%)
     
  • Oro

    1.879,50
    -16,90 (-0,89%)
     
  • EUR/USD

    1,2107
    -0,0071 (-0,58%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,25 (+0,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.126,70
    +30,63 (+0,75%)
     
  • EUR/GBP

    0,8581
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0870
    -0,0021 (-0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,4713
    -0,0008 (-0,05%)
     

Il focus ritorna sulle trimestrali

·1 minuto per la lettura

Prese di beneficio in vista per i mercati. Le principali Borse europee, compresa Piazza Affari, dovrebbero avviare gli scambi odierni in territorio negativo dopo i recenti rialzi, sostenuti dalle speranze di un prossimo vaccino contro il coronavirus e la vittoria proclamata di Joe Biden alle presidenziali americane. Ieri a Milano l'indice Ftse Mib ha mandato in archivio l'ennesima giornata in rialzo (+0,68%) finendo a 20.993,02 punti, a un soffio alla soglia psicologica dei 21.000 punti. Dopo la corsa, oggi i mercati riprendono fiato. Questa mattina i listini asiatici si muovono cauti ad eccezione di Tokyo che ha chiuso la sessione in rialzo dello 0,68% a 25,520.88, continuando a segnare nuovi record massimi dal 1991, ovvero in 29 anni. Sullo sfondo rimane il tema del vaccino anti-coronavirus a cui stanno lavorando il colosso Usa Pfizer e la società tedesca BioNTech. Ma si guarda anche al fronte macro per capire l'impatto della pandemia. Il Pil della Gran Bretagna è rimbalzato nel terzo trimestre di un +15,5% rispetto ai tre mesi prima, sotto le attese ferme a un +15,8%. Da monitorare anche il fronte societario, movimentato da diverse trimestrali, tra cui si segnala quella di Poste Italiane e di Generali.

APPUNTAMENTI ECONOMICI

Nel corso della mattina, verrà diffusa la produzione industriale nell'Eurozona e la Bce pubblicherà il suo bollettino economico, mentre nel pomeriggio dagli Stati Uniti giungeranno le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione e le scorte di greggio. Ma il dato più atteso sarà l'inflazione Usa a ottobre.

Autore: Investimenti Bnp Paribas Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online