Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,68 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,67 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    46.203,83
    -5.145,03 (-10,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,61 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1021
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Il giovane virologo riminese ha parlato dell'importanza del vaccino di Oxford

·2 minuto per la lettura
immunologo Gorini AstraZeneca
immunologo Gorini AstraZeneca

“Il problema è che in Italia sono stati fatti gravi errori, anche di comunicazione. E le polemiche sono incomprensibili”, queste le parole dell’immunologo riminese Giacomo Gorini che in un’esclusiva a “Il resto del Carlino” ha evidenziato l’importanza del vaccino di Oxford e AstraZeneca che molti dubbi ha sollevato specie tra la popolazione italiana. L’immunologo che ha lavorato attivamente nello sviluppo del vaccino di Oxford allo Jenner Institute ha portato il caso della Gran Bretagna: “A chi resta scettico dico: andate a vedere cosa sta accadendo in Gran Bretagna”, ha dichiarato l’esperto riminese.

L’immunologo Gorini parla di AstraZeneca

Il vaccino AstraZeneca è efficace e molte polemiche attorno ad esso sono incomprensibili. Queste le parole dell’immunologo Giacomo Gorini che in un’intervista al Resto del Carlino ha parlato dell’impatto del vaccino di Oxford non mancando di invitare alla fine dell’intervista a vaccinarsi. Proprio sull’impatto del vaccino di AstraZeneca, Gorini riportando alcuni dati ha dichiarato: “ Sono stati pubblicati vari studi che mostrano l’efficacia già tra la prima e la seconda dose. Dopo la prima dose il 75% delle persone non ha sintomi e la diffusione del virus si riduce del 67%. Ai più scettici andrebbe ricordato cosa sta accadendo in Gran Bretagna, in particolare in Scozia, dove c’è stata una somministrazione massiccia. In Scozia il vaccino Pfizer ha ridotto il rischio di ospedalizzazione dell’85%, quello di AstraZeneca del 94%”.

Gorini ha poi aggiunto: “La risposta degli anziani al vaccino non è stata inferiore a quella osservata tra i giovani. Anche per questo dico che il caos sui vaccini in Italia è insensato. Un pollaio che continuano ad alimentare su stampa e tv anche alcuni colleghi virologi”. infine ha concluso: “Ci si continua ad ammalare e a morire di Covid, per questo dico a tutti: accettate il primo vaccino che vi offrono e ringraziate”.