Italia markets close in 33 minutes
  • FTSE MIB

    22.933,15
    -150,40 (-0,65%)
     
  • Dow Jones

    31.444,97
    +53,45 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    13.187,61
    -171,17 (-1,28%)
     
  • Nikkei 225

    29.559,10
    +150,93 (+0,51%)
     
  • Petrolio

    61,32
    +1,57 (+2,63%)
     
  • BTC-EUR

    41.962,68
    +998,37 (+2,44%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.014,27
    +26,18 (+2,65%)
     
  • Oro

    1.704,00
    -29,60 (-1,71%)
     
  • EUR/USD

    1,2077
    -0,0010 (-0,08%)
     
  • S&P 500

    3.850,31
    -19,98 (-0,52%)
     
  • HANG SENG

    29.880,42
    +784,56 (+2,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.697,91
    -9,81 (-0,26%)
     
  • EUR/GBP

    0,8642
    -0,0015 (-0,17%)
     
  • EUR/CHF

    1,1074
    +0,0017 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,5244
    -0,0028 (-0,18%)
     

Il gruppo GEDI-Repubblica cresce online con l'acquisto di "alfemminile"

Gaia Terzulli
·2 minuto per la lettura
Il gruppo GEDI-Repubblica cresce online con l'acquisto di
Il gruppo GEDI-Repubblica cresce online con l'acquisto di

Il gruppo ha acquisito l'80% del brand, Unify mantiene il 20%. L'ad: "Dopo Google e Facebook siamo il primo polo digitale per audience femminile"

Il gruppo editoriale GEDI ha raggiunto un accordo con Unify (Gruppo TF1) per acquisire il brand in lingua italiana “alfemminile”: cresce così lo spazio per l’informazione online dedicata alle donne cui, negli anni, il gruppo fondato da Carlo Caracciolo ha dato sempre più risalto.

LA STORIA DEL BRAND

Il sito alfemminile nasce nel 2000 come spin off del francese Aufeminin, creato nel 1999 da Anne Sophie Pastel, Marc Antoine Dubanton e Cyril Vermeulen. Nel giugno del 2007 la fondatrice e i due associati vendono la società ad Axel Springer, padre dell’omonima casa editrice, tra le più importanti in Europa. Nel 2017 il gruppo TF1 annuncia di essere in trattative con il giornalista tedesco per acquisire quasi l’80% del capitale del gruppo Aufeminin. L’operazione si conclude l’anno dopo.

UN BOUQUET SEMPRE PIU' RICCO

“alfemminile è il brand d’informazione digitale più noto e consultato dalle donne italiane (dati Ipsos)”, si legge in un comunicato del gruppo GEDI. “Nato per accompagnare le donne con attualità, consigli ed esperienze su tutti i temi della vita moderna, alfemminile include, oggi, il sito web alfemminile.com, un forum particolarmente vivace e una serie di profili social che raccolgono la più grande audience italiana in questo segmento, con due milioni di follower. Le interazioni quotidiane sugli argomenti proposti dal team rendono gli account digitali di alfemminile tra i più attivi della rete italiana, con posizione di leadership in particolare su Facebook, Pinterest e Instagram”, prosegue il comunicato.

L'ACQUISIZIONE DI GEDI

GEDI ha acquisito l’80% del brand e Unify ha mantenuto il restante 20%, promettendo che continuerà ad assicurare competenze, contenuti e tecnologia che ne hanno fatto, in 20 anni, un punto di riferimento nel panorama editoriale nazionale. Con l’ingresso in GEDI, alfemminile amplierà il già ricco ventaglio informativo che il gruppo offre alle sue lettrici e che comprende, tra gli altri, il magazine D e le sezioni tematiche all’interno delle varie testate. La raccolta pubblicitaria del brand sarà realizzata dalla A. Manzoni & C., concessionaria del Gruppo GEDI.

PIU' EMPOWERMENT PER LE DONNE

Maurizio Scanavino, ad del Gruppo GEDI, ha commentato: “Con questa acquisizione, GEDI contribuisce all’empowerment delle sue lettrici grazie a un brand top of mind per le donne nel panorama digitale italiano, che vive attraverso una community molto attiva e vivace in particolare sui social network e sul suo “storico” forum. Con alfemminile GEDI diventa il primo polo digitale italiano dopo Google e Facebook in termini di audience femminile: un significativo passo in avanti nel percorso di sviluppo strategico che proseguirà a pieno ritmo nei mesi a venire.”