Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.354,28
    +123,94 (+0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.502,04
    -80,38 (-0,59%)
     
  • Nikkei 225

    29.331,37
    +518,77 (+1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,2058
    +0,0049 (+0,41%)
     
  • BTC-EUR

    46.345,85
    -1.608,51 (-3,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.449,52
    -21,89 (-1,49%)
     
  • HANG SENG

    28.637,46
    +219,46 (+0,77%)
     
  • S&P 500

    4.171,98
    +4,39 (+0,11%)
     

Master in Intelligenza Artificiale alla Federico II di Napoli

Livia Paccarié
·1 minuto per la lettura
Hp (Photo: Hp)
Hp (Photo: Hp)

Il Master

Il Master di II livello in “Intelligenza artificiale per le scienze umane” in partenza all’Università degli Studi di Napoli Federico II ha un nome che coniuga due dimensioni all’apparenza distanti: quella umanistica e quella tecnologica. L’obiettivo del master, uno dei pochi in Italia di definizione ibrida, è infatti quello di creare una figura professionale che conosca i principali sistemi di intelligenza artificiale per sviluppare tecnologie innovative a supporto dei bisogni psicologici individuali e collettivi.

Il programma – spiega Orazio Miglino, coordinatore del Master e professore ordinario di Psicologia dello sviluppo e Psicologia dell’educazione alla Federico II – ha l’ambizione di formare gli allievi coniugando l’insegnamento delle teorie scientifiche sulla mente e il cervello con la concreta ideazione e sviluppo di tecnologie applicabili al miglioramento della vita quotidiana delle persone”.

Cosa prevede il Master

Il Master dura un anno e la frequenza è obbligatoria. I partecipanti acquisiranno attraverso lezioni, laboratori e tirocini, la padronanza di tecniche e sistemi di ispirazione biologica come reti neurali artificiali, algoritmi genetici e strumenti di robotica evolutiva.

Hp (Photo: Hp)
Hp (Photo: Hp)

Gli allievi studieranno l’Intelligenza Artificiale non solo da una prospettiva ingegneristica ma in relazione alla cognizione umana. Il principio ispiratore è “Imparare costruendo”, i corsi infatti sono concepiti per trasmettere non solo le competenze tecnologiche, ma anche gli strumenti per riflettere sulle implicazioni dell’intelligenza artificiale dal punto di vista cognitivo, neuro-scientifico ed etico.

Durante tutto il Master i candidati potranno interagire con docenti di eccellenza e con le aziende e gli istituti di ricerca in partnership, come Adecco e Italdata, dove potranno svolgere anche un periodo...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.