Italia markets open in 3 hours 32 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.483,80
    -179,70 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,2026
    -0,0033 (-0,28%)
     
  • BTC-EUR

    40.648,72
    +1.647,68 (+4,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    979,89
    +51,65 (+5,56%)
     
  • HANG SENG

    29.258,63
    -193,94 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Il Nasdaq tocca nuovi record e poi rientra, prosegue il botto di Game Stop: +103%

Redazione
·2 minuto per la lettura
Il Nasdaq tocca nuovi record e poi rientra, prosegue il botto di Game Stop: +103%
Il Nasdaq tocca nuovi record e poi rientra, prosegue il botto di Game Stop: +103%

L’indice tecnologico guida i rialzi sulla Borsa Usa prima di scendere sotto la parità. Il titolo Game Stop, dopo il tam tam tra gli investitori retail, continua a correre

E’ ancora una volta il Nasdaq a trascinare Wall Street. L’indice tecnologico, in avvio di seduta, rompe la barriera dei 13.700 punti e stampa un nuovo record grazie al rialzo dell’1,3% prima di tornare rapidamente sotto la parità. Bene anche l’S&P 500 (+0,45%) in avvio, salvo poi scendere in area negativa.

BRILLA IL NASDAQ

Sul listino tecnologico di Wall Street brillano i titoli Apple (+3,6%) e Facebook (+1,6%). In evidenza anche Tesla (+0,9%) che, come per i titoli precedenti, è attesa da conti trimestrali in forte crescita in una settimana che sarà ricca di trimestrali sulla Borsa di New York. Finora il 73% delle società dell’indice S&P 500 che ha presentato dati ha evidenziato utili e ricavi superiori alle attese. L’ottimismo di Wall Street, inoltre, è spinto principalmente dall’attesa del maxi piano di stimoli dell’amministrazione Biden e dall’annuncio di Moderna sull’efficacia del vaccino contro le varianti inglese e sudafricana.

IL “CASO” GAME STOP

Ma nonostante la crescita di Big come Facebook e Apple, il titolo protagonista da venerdì scorso a Wall Street è un outsider. Stiamo parlando di Game Stop, la catena di negozi fisici per la vendita di videogiochi. Un business che, complice anche la pandemia con conseguenti lockdown, teoricamente dovrebbe attraversare un momento complicato. Invece, nel giro di neanche due sedute di Borsa, Game Stop è passata dai 42 dollari per azione di giovedì sera ai 124 dollari di oggi (lunedì) toccati un’ora dopo l’apertura. Un rialzo incredibile, di oltre il 50% venerdì e poco sotto il 90% nella seduta odierna.

PASSAPAROLA TRA GLI INVESTITORI RETAIL

Cosa si nasconde dietro questa improvvisa fiammata? Dopo sei anni di calo consecutivo, il titolo Game Stop in poche settimane è tornato a salire prepotentemente, non solo grazie al nuovo piano di rilancio proposto dall’azienda texana. Da qualche giorno, infatti, moltissimi piccoli investitori hanno dato vita a un tam-tam sui social (principalmente Reddit e YouTube) oltre che su varie chat room per comprare le azioni di Game Stop. Un effetto nostalgia che ha portato gli investitori retail a essere disposti a pagare il 426% in più rispetto al valore stimato dagli analisti.

SHORT SQUEEZE

Nel gergo borsistico, quanto sta avvenendo al titolo Game Stop ha un nome preciso: short squeeze. Più o meno significa provocare un rialzo repentino del prezzo di un titolo per danneggiare gli operatori che fanno short selling, ovvero coloro che avevano scommesso sul ribasso di un’azione prendendo i titoli in prestito. Questi ultimi, con il prezzo dell’azione in rialzo, accumuleranno perdite copiose per ripagare e riconsegnare l’azione presa in prestito. A quanto pare, Game Stop sarebbe al centro di uno dei più grandi short squeeze della storia recente.