Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 3 hrs 11 mins
  • FTSE MIB

    33.271,50
    +363,45 (+1,10%)
     
  • Dow Jones

    38.778,10
    +188,94 (+0,49%)
     
  • Nasdaq

    17.857,02
    +168,14 (+0,95%)
     
  • Nikkei 225

    38.482,11
    +379,67 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    80,27
    -0,06 (-0,07%)
     
  • BTC-EUR

    60.795,54
    -522,29 (-0,85%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.357,35
    -32,05 (-2,31%)
     
  • Oro

    2.327,00
    -2,00 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0715
    -0,0021 (-0,1929%)
     
  • S&P 500

    5.473,23
    +41,63 (+0,77%)
     
  • HANG SENG

    17.915,55
    -20,57 (-0,11%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.900,94
    +20,52 (+0,42%)
     
  • EUR/GBP

    0,8454
    +0,0008 (+0,09%)
     
  • EUR/CHF

    0,9508
    -0,0039 (-0,41%)
     
  • EUR/CAD

    1,4724
    -0,0001 (-0,01%)
     

Il nuovo designer di Gucci raccoglie un'eredità impegnativa

Kering nomina Sabato De Sarno direttore creativo di Gucci

di Lisa Jucca

MILANO (Reuters Breakingviews) - Il nuovo direttore creativo di Gucci, Sabato De Sarno, è salito su una passerella traballante. Il colosso Kering di François-Henri Pinault ha scelto sabato scorso il trentanovenne proveniente dalla più piccola maison Valentino per guidare il marchio più prestigioso del gruppo e succedere al designer di punta Alessandro Michele, che ha lasciato l'azienda a sorpresa a novembre. Lo stile temerario di Michele, che il designer applicava fastosamente su qualsiasi capo, dalle camicie alle sneaker, hanno fatto esplodere le vendite di Gucci fino a quasi 10 miliardi di euro nel 2019. Ma a circa 10,5 miliardi di euro previsti nel 2022, il fatturato di Gucci è aumentato solo del 10% da allora. Nel frattempo, le vendite della rivale Louis Vuitton, controllata di Lvmh, sono aumentate di quasi il 60%, raggiungendo circa 20 miliardi di euro, e sono quasi triplicate per Dior, che ha ormai raggiunto dimensioni analoghe, secondo i calcoli di Breakingviews sulle stime di Jefferies e Hsbc.

Gli investitori dovranno aspettare per capire se De Sarno, una figura relativamente di basso profilo del settore, riuscirà a riportare Gucci all'antico splendore e a rafforzare la valutazione depressa di Kering, gruppo da 69 miliardi di euro. Michele, che era altrettanto poco conosciuto quando è emerso dai ranghi interni di Gucci nel 2015, è stato in grado di creare la sua prima collezione in soli cinque giorni. Il debutto delle creazioni di De Sarno non è però previsto prima di settembre.

Gucci rimane un marchio attraente. Secondo la piattaforma di moda Lyst, nel trimestre conclusosi a settembre il brand è stato il più ricercato sui social media e sulle shopping app. Se De Sarno riuscirà a mitigare alcuni degli eccessi di Michele nel campo della moda e a mantenere accattivante lo stile Gucci, lo sconto del 33% con cui Kering viene scambiata rispetto alla rivale Lvmh sulla base degli utili attesi potrebbe ridursi.

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Stefano Bernabei)