Italia markets open in 7 hours 2 minutes
  • Dow Jones

    28.308,79
    +113,37 (+0,40%)
     
  • Nasdaq

    11.516,49
    +37,61 (+0,33%)
     
  • Nikkei 225

    23.567,04
    -104,09 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1836
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    10.072,98
    +677,51 (+7,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    239,54
    +0,62 (+0,26%)
     
  • HANG SENG

    24.569,54
    +27,28 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    3.443,12
    +16,20 (+0,47%)
     

Il petrolio guadagna terreno mentre il delta della tempesta tropicale forza l’evacuazione delle piattaforme offshore

Vladimir Zernov
·2 minuti per la lettura

Video petrolio greggio 06.10.20.

La tempesta tropicale Delta spinge i prezzi del petrolio al di sopra del livello di $ 40

Questa settimana è piena di catalizzatori positivi a breve termine per il petrolio. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è stato dimesso dall’ospedale ed è tornato alla Casa Bianca. Uno sciopero dei lavoratori offshore in Norvegia ha ridotto la capacità di produzione del paese di 330.000 barili di petrolio equivalente al giorno (boepd). Ora è emerso un altro catalizzatore rialzista.

La tempesta tropicale Delta, che dovrebbe rafforzarsi in un uragano di categoria 3, ha costretto l’evacuazione delle piattaforme petrolifere nel Golfo del Messico degli Stati Uniti.

Un altro round di evacuazioni metterà sotto pressione il rimbalzo della produzione petrolifera interna statunitense, che ancora fatica a superare gli 11 milioni di barili al giorno (bpd) a causa dell’impatto negativo degli uragani.

Si tratta di uno sviluppo rialzista per il petrolio in quanto potrebbe mantenere le scorte sotto pressione in un momento in cui la ripresa della domanda sta rallentando.

Una combinazione di catalizzatori positivi all’inizio di questa settimana ha spinto il petrolio dal livello di $ 37 al livello di $ 40, e il petrolio sta attualmente cercando di stabilirsi al di sopra del livello di resistenza più vicino a $ 40,70.

Resta da vedere se questi guadagni saranno sostenibili, ma i rialzisti del petrolio dovrebbero essere contenti dell’attuale situazione del mercato poiché il petrolio era in caduta libera solo pochi giorni fa.

Il COVID-19 tornerà al centro dell’attenzione del mercato?

Diverse sessioni di negoziazione fa, i commercianti di petrolio erano preoccupati che ulteriori misure di contenimento del virus avrebbero messo sotto pressione la domanda di petrolio. Questi timori sono completamente svaniti all’inizio di questa settimana quando i trader si sono concentrati sullo sciopero in Norvegia e sul Delta della tempesta tropicale.

Tuttavia, lo sciopero e la tempesta saranno probabilmente catalizzatori a breve termine per il petrolio, mentre l’impatto negativo dei continui problemi sul fronte del coronavirus potrebbe durare più a lungo.

Vari paesi continuano a introdurre nuove misure ma il loro impatto non è ancora visibile nei dati sulla domanda di petrolio. Tuttavia, nel tempo, i paesi potrebbero richiedere un’applicazione più rigorosa delle nuove misure. Ad esempio, i rapporti hanno suggerito che il blocco nella capitale spagnola Madrid non è stato applicato correttamente, ma le autorità spagnole hanno iniziato a lavorare su questo problema.

In Russia, Mosca ha limitato l’uso dei trasporti per studenti e anziani, che potrebbe essere solo la prima misura significativa verso il blocco totale.

A mio parere, gli sviluppi negativi sul fronte del coronavirus alla fine metteranno una certa pressione sulla domanda di petrolio e il petrolio avrà bisogno di ulteriori catalizzatori per continuare il suo attuale rimbalzo.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: