Italia markets close in 7 hours 52 minutes

Il presidente cinese: "L'epidemia accelera ma ce la faremo". Ecco come

(AP Photo/Mark Schiefelbein)


"L'epidemia accelera ma ce la faremo. La Cina può vincere la battaglia" contro il coronavirus. Lo ha assicurato il presidente cinese Xi Jinping, nel suo secondo intervento pubblico dall'inizio della diffusione del virus, precisando però che la situazione "è grave e l'epidemia accelera".

"Finché avremo fiducia costante, lavoreremo insieme, con prevenzione e cure scientifiche e politiche precise, saremo sicuramente in grado di vincere la battaglia", ha detto il presidente, annunciando una nuova e drastica misura per contenere l'epidemia: a partire da lunedì 27 gennaio, tutti i servizi per i tour di gruppo all'estero forniti dalle agenzie di viaggio cinesi, comprese le prenotazioni alberghiere e dei biglietti aerei, saranno sospesi.


GUARDA IL VIDEO: Che cos’è il virus cinese

Aumentano i casi di contagio

Intanto si fa sempre più pesante il bilancio delle vittime e dei contagiati dall'infezione: i morti sono saliti a 56, mentre le persone malate sono 1.975, secondo i dati delle autorità cinesi. Tra i contagiati, 324 sarebbero in condizioni critiche.

Il ministro della Commissione Nazionale della Sanità cinese, Ma Xiaowei, ha fatto sapere in una conferenza stampa a Pechino che è possibile che il numero di persone infettate continui a crescere. Per quanto riguarda l'incubazione, ha aggiunto, può verificarsi in un periodo compreso tra uno e 14 giorni.



Rinviato il Capodanno a Roma e Milano

"Abbiamo deciso di rinviare la festa per il Capodanno cinese in programma il 2 febbraio di San Giovanni a Roma". Lo dice la portavoce della comunità cinese a Roma Lucia King. "Abbiamo concordato in modo congiunto con tutta la comunità che la festa deve essere rinviata perché c'è gente che sta male e non è il caso di festeggiare. Comunicheremo in seguito una nuova data".

La stessa cosa vale per Milano, dove il coordinamento delle associazioni cinesi annuncia: "Convoglieremo il budget previsto per l'organizzazione della parata del capodanno cinese a Milano in una donazione verso la Cina ed in particolare verso Wuhan, epicentro del contagio, dove verranno mandati mascherine e guanti ed altro materiale sanitario richiesto dalle autorità sanitarie".


GUARDA IL VIDEO: Coronavirus, controlli a bordo degli aerei