Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.088,38
    +500,72 (+1,49%)
     
  • Nasdaq

    13.118,53
    +86,85 (+0,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.448,01
    -699,50 (-2,49%)
     
  • EUR/USD

    1,2076
    0,0000 (-0,00%)
     
  • BTC-EUR

    40.126,18
    -5.219,82 (-11,51%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.310,02
    -77,89 (-5,61%)
     
  • HANG SENG

    27.718,67
    -512,37 (-1,81%)
     
  • S&P 500

    4.117,22
    +54,18 (+1,33%)
     

Il Presidente della Regione Lombardia è intervenuto al tg2 post

·2 minuto per la lettura
Covid fontana tg2
Covid fontana tg2

La Lombardia è stata tra le prime regioni d’Italia ad affrontare l’emergenza sanitaria, un’emergenza partita da paesi simbolo come Codogno, e che nonostante tutto ha portato ad una diffusione del Coronavirus su scala internazionale. Si tratta di una situazione che il presidente della regione lombarda stesso non ha esitato a definire una sorta di “tsunami imprevisto, di cui nessuno ci aveva avvisato”.

Ripercorrendo quei giorni di inizio pandemia, Fontana ha aggiunto: “venimmo accusati di essere razzisti quando chiedemmo che i ragazzi che tornavano dal Capodanno cinese venissero controllati prima di rientrare in classe. Nessuno ci allertò, non avevamo nemmeno elementi essenziali come le mascherine e i dispositivi medico-chirurgici. Poi il caso si è ingrossato perché strumentalmente si è voluto mettere la Lombardia sul banco degli accusati, per motivi politici. Ma noi siamo sereni e la storia dimostrerà come si sono svolti i fatti”

Covid, l’intervento di Fontana al tg2 post

Intervenuto al tg2 post, il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha raccontato oltre ai primi momenti vissuti dalla regione durante la diffusione del contagio, anche un quadro generale dell’attuale situazione pandemica della Lombardia compreso l’andamento della campagna vaccinale: “Abbiamo avuto delle difficoltà all’inizio, nella fase della prenotazione, determinate da una piattaforma che aveva delle difficoltà; adesso siamo ripartiti, ad oggi abbiamo inoculato 2 milioni 270 mila dosi, abbiamo coperto alcune categorie che sono assolutamente a rischio” – ha spiegato Fontana aggiungendo che: “Da lunedì apriremo le prenotazioni per la fascia dai 65 ai 70 anni. Finalmente potrò andare anch’io a fare il mio vaccino. E lunedì sarò uno dei primi”.

Sulle disposizioni del Governo in tema di riaperture Fontana ha commentato in modo favorevole dichiarando che: Mi sembra che il governo sia andato in quella direzione, ha messo al centro la gradualità e il buonsenso”.