Italia markets open in 8 hours 49 minutes
  • Dow Jones

    33.849,46
    -497,57 (-1,45%)
     
  • Nasdaq

    11.049,50
    -176,86 (-1,58%)
     
  • Nikkei 225

    28.162,83
    -120,20 (-0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,0350
    -0,0055 (-0,53%)
     
  • BTC-EUR

    15.680,77
    -393,06 (-2,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    380,17
    -0,12 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.297,94
    -275,64 (-1,57%)
     
  • S&P 500

    3.963,94
    -62,18 (-1,54%)
     

Il presidente di Acciaierie d'Italia: "Resistiamo due o tre anni, poi i prezzi dell'energia crolleranno"

Bernabè su prezzi energia
Bernabè su prezzi energia

“Fra due o tre anni la Russia non saprà dove piazzare il gas, i prezzi dell’energia crolleranno. Dobbiamo resistere, avremo altre fonti energetiche” ha affermato il presidente di Acciaierie d’Italia, Franco Bernabè.

“Fra 2-3 anni prezzi energia crolleranno”

“Fra 2-3 anni la Russia non saprà dove piazzare il gas, i prezzi dell’energia crolleranno”. Lo ha affermato il Presidente di Acciaierie d’Italia Franco Bernabè nel corso del Convegno dei Cavalieri del Lavoro che si è tenuto a Roma sul tema ‘Tecnologia e innovazione per una transizione energetica’.

I temi del convegno

“La struttura del mercato dell’energia europeo è adeguata? I tempi della transizione sono compatibili con le necessità attuali? Qual è il ruolo delle fonti fossili nella transizione? Sono le domande poste da Bernabè nel corso del Convegno di cui era relatore.

“Dobbiamo resistere due anni”

Tornando al delicato tema del caro energia e della crisi della guerra in Ucraina ha affermato che “I prossimi 2 anni saranno difficili ma dobbiamo resistere, avremo altre fonti energetiche” .

Il pensiero non può in tal senso che andare al governo che si insedierà dopo le elezioni politiche: “Dobbiamo vedere con il governo appena insediato come risolvere il problema perché i problemi oggettivamente ci sono sia in termini di quantità che di prezzo” ha affermato interpellato sul tema, a margine del convegno.

“Continuare a sostenere famiglie e imprese”

“I sacrifici sono inevitabili. Non ci sono alternative. E quindi considero ovvio che – chiunque ci governerà – dovrà continuare a sostenere famiglie e imprese in questo percorso” ha detto nell’intervista rilasciata al Messaggero. Con la premessa di arrivare al momento in cui i prezzi dell’energia crolleranno “vivi o comunque non moribondi”.