Italia markets close in 57 minutes
  • FTSE MIB

    24.528,25
    +87,37 (+0,36%)
     
  • Dow Jones

    33.920,26
    +70,80 (+0,21%)
     
  • Nasdaq

    11.075,75
    +26,25 (+0,24%)
     
  • Nikkei 225

    28.027,84
    -134,99 (-0,48%)
     
  • Petrolio

    79,23
    +1,99 (+2,58%)
     
  • BTC-EUR

    15.840,77
    +129,99 (+0,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    387,56
    -1,17 (-0,30%)
     
  • Oro

    1.770,00
    +14,70 (+0,84%)
     
  • EUR/USD

    1,0363
    +0,0018 (+0,18%)
     
  • S&P 500

    3.974,12
    +10,18 (+0,26%)
     
  • HANG SENG

    18.204,68
    +906,74 (+5,24%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.945,50
    +9,99 (+0,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8632
    -0,0012 (-0,14%)
     
  • EUR/CHF

    0,9855
    +0,0042 (+0,43%)
     
  • EUR/CAD

    1,4040
    +0,0091 (+0,65%)
     

Il prezzo del pane sale: qual è il motivo

Caro prezzi pane
Caro prezzi pane

Il 2022 è stato un anno particolarmente critico. Complice la guerra in Ucraina ma anche gli equilbri socio-politici che hanno ancora una volta sconvolto gli equilibri in occidente e nel mondo. Anche la sofferenza del comparto alimentare in un certo senso non è stata un’eccezione. I panificatori che si sono riuniti nelle scorse ore a Napoli, hanno dato un chiaro segnale spiegando che il prezzo del pane sarebbe addirittura quintuplicato. Ma perché ciò è successo?

Caro prezzi, perché il costo del pane sta salendo

Uno dei primi indici oggetto della nostra riflessione è il conflitto che da sette mesi a questa parte ha dilaniato profondamente l’Ucraina, un conflitto di un impatto tale che le conseguenze a livello internazionale sono state fin da subito pesanti. Coldiretti in un approfondimehto dello scorso 22 settembre aveva del resto lanciato un allarme spiegando che “i prezzi del grano sono saliti su valori massimi da oltre due mesi a causa dei timori di un’escalation della guerra in Ucraina dopo il discorso di Putin alla Nazione e le ripercussioni a livello internazionale”.

Non va meno sottovalutato il fatto che gli agricoltori – si legge ancora – sono costretti a produrre in perdita. Materie prime indispensabili come i concimi hanno avuto un impennata del 170%. Non va nemmeno dimenticato che il gasolio è aumentato niente meno che al 129%.

L’allarme siccità

Non ultimo, è necessario tenere conto della siccità che in questa estate 2022 ha impattato negativamente su tutto comparto alimentare e non solo sul costo del pane. Il presidente di Coldiretti Forlì-Cesena Massimiliano Bernabini, le cui dichiarazioni sono state riportate da ForlìToday, aveva messo in guardia spiegando che il prezzo del pane era aumentato dell’8%, mentre l’incremento del costo della pasta è stato del 14%.