Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.603,08
    -6,26 (-0,02%)
     
  • Nasdaq

    15.215,70
    +94,02 (+0,62%)
     
  • Nikkei 225

    28.708,58
    -546,97 (-1,87%)
     
  • EUR/USD

    1,1629
    -0,0023 (-0,20%)
     
  • BTC-EUR

    53.935,06
    -2.953,98 (-5,19%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.490,38
    -44,27 (-2,88%)
     
  • HANG SENG

    26.017,53
    -118,49 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    4.549,78
    +13,59 (+0,30%)
     

Il racconto (più) doloroso di Uma Thurman, e della sua esperienza con l'aborto

·3 minuto per la lettura
Photo credit: CHRISTOPHE ARCHAMBAULT - Getty Images
Photo credit: CHRISTOPHE ARCHAMBAULT - Getty Images

“A tutte voi – alle donne e alle ragazze del Texas, che hanno paura di essere traumatizzate e perseguitate da predatori cacciatori di taglie; a tutte le donne indignate perché i diritti dei nostri corpi sono stati presi dallo stato; e a tutti voi che siete state rese vulnerabili e soggette alla vergogna perché avete un utero — dico: vi vedo. Abbiate coraggio. Siete belle. Mi ricordate le mie figlie". Uma Thurman scrive a tutte noi, ma scrive soprattutto alle donne del Texas, quelle il cui diritto a decidere del loro corpo è stato completamente annullato con l'ultima clamorosa legge contro l'aborto. Scrive in un editoriale per il Washington Post e racconta della sua esperienza con l'aborto - la "decisione più difficile" della sua vita - per rassicurare le ragazze e le donne che lo vivono e per mostrare al mondo che "Siamo insieme in questa battaglia".

"Quando avevo soltanto 15 anni e avevo appena cominciato la mia carriera da attrice, rimasi accidentalmente incinta di un uomo molto più grande di me", racconta l'attrice. A quell'epoca sua madre era gravemente malata e suo padre la assisteva in ospedale: "Non avevamo mai parlato di sesso prima e fu terribile per tutti e tre", racconta, "Mi chiesero dello stato della mia relazione - non poteva funzionare - e mi misero in guardia sulle difficoltà di crescere un bambino da teen-ager e da sola. Le mie fantasie infantili sull'essere mamma crollarono mentre rispondevo alle loro domande molto precise. Come famiglia decidemmo di interrompere la gravidanza. La decisione mi spezzò il cuore". Thurman racconta di aver provato "angoscia" e "vergogna" e di come ancora oggi a ripensarci il ricordo di quell'evento sia doloroso. "Sostengo le donne che fanno questa scelta", scrive, "perché conosco il dolore che si prova".

Quel momento critico, però, ha portato Thurman a poter prendere in seguito delle scelte più consapevoli per la sua vita potando avanti i suoi progetti e i suoi sogni. "Ora ho 51 anni, e scrivo dalla casa dove ho cresciuto tre figli (Maya e Levon con Ethan Hawke e Luna con Arpad Busson, ndr) che sono il mio orgoglio e la mia gioia e che ho avuto con uomini che ho amato e di cui mi sono fidata abbastanza da voler portare al mondo un bambino". "Non ho rimpianti", aggiunge, "è stato il punto di partenza verso la vita piena di gioia che ho vissuto finora". Proprio per questo vedere quello che sta accadendo in Texas fa ancora più male: la nuova legge consente l'aborto solo fino alle prime sei settimane di gestazione, oltre questo termine è proibito in ogni caso. Non solo: tutti i cittadini hanno la possibilità di denunciare chi sospettano possa aver violato la norma e possono ricevere 10mila dollari se la causa ha successo. "Questa legge è l'ennesimo strumento discriminatorio nei confronti di coloro che sono economicamente svantaggiati", scrive l'attrice dicendosi "addolorata" che "uno Stato metta i suoi cittadini contro altri cittadini, negando la libertà". "È il primo passo" - a suo dire - "verso una crisi dei diritti umani per le donne americane" e questo in un modo o nell'altro ci riguarda tutte.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli