Italia markets open in 6 hours 13 minutes
  • Dow Jones

    29.591,27
    +327,79 (+1,12%)
     
  • Nasdaq

    11.880,63
    +25,66 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    26.187,73
    +660,36 (+2,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1846
    0,0000 (-0,00%)
     
  • BTC-EUR

    15.600,69
    +181,88 (+1,18%)
     
  • CMC Crypto 200

    369,60
    +8,17 (+2,26%)
     
  • HANG SENG

    26.469,09
    -17,11 (-0,06%)
     
  • S&P 500

    3.577,59
    +20,05 (+0,56%)
     

Il razzismo spiegato in cinque film e serie tv da vedere assolutamente

Di Chidozie Obasi
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Aidan Monaghan/Netflix
Photo credit: Aidan Monaghan/Netflix

From Harper's BAZAAR

Ottobre è il Black History Month nel Regno Unito, un evento che viene celebrato a livello nazionale da oltre 30 anni. L'iniziativa è stata originariamente concepita per riconoscere il contributo che le persone di origine africana e caraibica hanno apportato al paese attraverso diverse generazioni. In seguito alle sentite proteste che continuano a infuriare in tutto il mondo dopo la morte di George Floyd, l’afroamericano disarmato assassinato per mano di quattro agenti di Minneapolis, l’obiettivo di questa occasione diventa dunque quello di costruire un nuovo sistema sociale in grado di garantire giustizia e che ponga fine agli stereotipi e alle discriminazioni razziali. Nel corso dell’estate 2020, milioni di persone si sono schierate in marcia nelle vie delle capitali con grandi manifestazioni, numerosi cortei hanno invaso piazze con urla di dolore e afflizione. Smettetela, non respiro.

“Quando si tratta di sradicare un sistema, bisogna guardare alle persone che l'hanno costruito,” ha spiegato la giovane attivista Suharvi Bhullar a Harper’s Bazaar. “A causa delle molteplici ripercussioni dell'oppressione che esiste all'interno dei sistemi basati sulle classi sociali, dobbiamo guardare all'intersezionalità strutturale, politica e rappresentativa qualora volessimo optare per un cambiamento incisivo”. In un momento storico come questo dunque il Black History Month si amplia, per includere la storia non solo di africani e caraibici, ma di tutte le persone di colore in generale, sempre presenti nel Regno Unito ma continuamente dimenticati nei libri di storia. Per porre fine al circolo vizioso dell’oppressione servirà tempo e per questo è bene fin da subito intraprendere azioni che inneschino una conoscenza maggiore sulla black culture. Ecco quindi gli appuntamenti con cinema e televisione da non perdere questo mese.

Top Boy

Un film che esplora le tensioni tra le bande della droga che operano nei quartieri residenziali dell'East di Londra. In particolare la pellicola narra la vicenda di Dushane, uno spacciatore ventenne determinato a diventare il Top Boy della zona e quella di Ra/Nell, adolescente costretto a crescere in fretta in assenza della madre.

They’ve Gotta Have Us

Questa docuserie traccia il percorso degli attori di colore a Hollywood da sfondo a personaggi principali e lo fa attraverso i ricordi di Debbie Allen, Harry Belafonte, John Boyega e altri ancora.

Photo credit: Courtesy Netflix
Photo credit: Courtesy Netflix

Generation Revolution

Questo potente documentario celebra la nuova generazione londinese di attivisti di colore che combattono contro l'oppressione e l'ingiustizia motivati dal desiderio di un futuro più equo.

White Teeth

Tratto dal romanzo di Zadie Smith, White Teeth vede tre diverse famiglie londinesi nell'arco di diversi decenni, intrecciare sempre più le loro vite e le loro vicende personali.

His House

I fan dell'horror si godranno particolarmente questo film che segue una coppia di rifugiati del Sud Sudan nel tentativo di ricominciare una nuova vita in una città inglese. Una forza malvagia li tormenterà nella loro stessa casa. Dal 30 ottobre su Netflix.