Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.316,31
    -1.642,84 (-3,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

"Il Reddito non è un abuso, gli imprenditori si interroghino sul lavoro che offrono"

·4 minuto per la lettura
Nobilita Festival (Photo: Nobilita Festival)
Nobilita Festival (Photo: Nobilita Festival)

Oltre 80 speaker che si alternano tra tavole rotonde e panel per discutere del futuro dell’occupazione in Italia. Nobìlita è il festival nazionale dedicato alla cultura del lavoro, giunto alla sua quarta edizione, quest’anno di nuovo in presenza. Lo ha organizzato Osvaldo Danzi, esperto di Risorse Umane, Presidente di FiordiRisorse ed editore di SenzaFiltro.

“Il festival nasce dall’impegno dell’associazione FiordiRisorse - racconta Danzi ad Huffpsot - un network di manager e di aziende, in cui molta attenzione è dedicata alla formazione, offriamo ad esempio un master molto particolare perché si svolge all’interno delle aziende, ogni fine settimana le persone fanno lezione già lavorando, non ci sono muri e non ci sono scuole”. A promuovere Nobilita anche il giornale SenzaFiltro, creato con l’obiettivo di colmare, secondo Danzi, un vuoto editoriale, quello del racconto del lavoro attraverso le persone. “Di lavoro sembra se ne parli tanto, però se ne parla male, la stampa più letta purtroppo racconta spesso delle storie di lavoro ma non di lavoratori”, dice.

Nobilita Festival (Photo: Nobilita Festival)
Nobilita Festival (Photo: Nobilita Festival)

La manifestazione infatti ”è stata pensata per raccontare il lavoro ai cittadini, non è un convegno noioso ma un’occasione per le città, parliamo in modo chiaro e semplice e sul palco salgono, oltre ad alcuni imprenditori, anche filosofi, attori, giornalisti, professori”. Tra gli ospiti delle giornate di Nobilita infatti figurano Paolo Benanti, Docente Università Pontificia Gregoriana ed esperto di etica delle tecnologie, Bruno Giordano, magistrato e direttore generale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, Francesco Zambon, ex funzionario Oms, Domenico De Masi, sociologo del lavoro, Neri Marcorè come ambasciatore di cultura durante la pandemia, Giulia Giuffrè, ambasciatrice della sostenibilità per le Nazioni Unite, Guido Saracco, rettore del Politecnico di Torino, Stefano Ciafani Presidente di Legambiente e Cesare Damiano, già ministro del Lavoro e presidente Ass. Lavoro&Welfare. E poi Federico Fubini del Corriere della sera, Federica Angeli giornalista di inchiesta e firma di Repubblica e Piero Dorfles, conduttore di Per un pugno di libri. “Perché il lavoro è di tutti”, aggiunge Danzi, “non è solo degli imprenditori e delle organizzazioni”.

L’evento, nelle tre edizioni precedenti, si è sempre svolto a Bologna, “quest’anno abbiamo ricevuto tre telefonate” - racconta Danzi - “una dal sindaco di Ivrea, una da quello di Imola e una dal rettore del Politecnico di Bari, che ci hanno chiesto di raggiungerli con il festival”.

Nobilita allora è diventato itinerante, in tre tappe nelle tre diverse città. “Nella prima a Ivrea, nella terra di Olivetti, si parla soprattutto di modelli sociali, ci siamo soffermati su quelle parole che sembrano provenire dalla Silicon Valley e dal mondo delle start up, come welfare e attenzione alle persone, quando invece le avevamo già dentro casa nostra sessant’anni fa”. La tappa di Imola invece è incentrata su temi come la sicurezza sul lavoro, “in un anno come lo scorso in cui siamo stati chiusi ma c’è stato il doppio dei morti sul lavoro rispetto agli anni precedenti, questo è un tema importante”.

Nobilita Festival (Photo: Nobilita Festival)
Nobilita Festival (Photo: Nobilita Festival)

Un argomento che Danzi reputa cruciale è quello delle aziende che non trovano lavoratori, “su SenzaFiltro abbiamo fatto inchieste approfondite, scoprendo che la maggior parte degli imprenditori che si lamentano di non trovare risorse da inserire in realtà non hanno mai aperto selezioni del personale, sui loro siti non ci sono spazi dedicati alle offerte di lavoro e tantomeno su piattaforme come LinkedIn”. Oppure il tema della formazione, l’investimento che le aziende a volte non riescono a digerire ma che, secondo Danzi, è fondamentale fare. “Se è vero che abbiamo cariche vacanti che le persone faticano a ricoprire, è vero anche che esistono delle aziende che non sono disponibili a formare le proprie persone”.

Nobilita riflette anche sulla gig economy: “tanti tribunali per esempio hanno emesso sentenze negative nei confronti delle aziende di food delivery” - spiega Danzi - “anche molto gravi, di caporalato e di abuso degli algoritmi, e sono società che continuano a fatturare milioni ma che continuano a non assumere le persone”.

Infine, sottolinea Danzi, nelle conversazioni sulla cultura del lavoro, “saremo molto critici nei confronti di Confindustria e delle associazioni di categoria che in un momento come questo continuano con la narrazione del reddito di cittadinanza come se fosse un abuso, quando sappiamo che la percentuale di chi percepisce il reddito di cittadinanza è di molto inferiore rispetto a quella dei disoccupati in Italia. E sappiamo anche che un reddito di cittadinanza medio si aggira intorno ai 400 euro, non essendo assolutamente competitivo con un salario, allora c’è da chiedersi, ma questi imprenditori che cosa offrono?”.

Questa domanda, come le altre che girano intorno al lavoro che cambia, sono il motore di Nobilita, assicura Danzi. “Sono contento che ci sostengono piccole e grandi aziende che credono nel valore di fare un’informazione corretta del lavoro oggi in Italia, è importante che i cittadini sappiano come devono muoversi nel mondo del lavoro perché i cittadini sono i primi lavoratori”.

Nobilita Festival (Photo: Nobilita Festival)
Nobilita Festival (Photo: Nobilita Festival)

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli