Italia markets close in 6 hours 32 minutes
  • FTSE MIB

    26.286,31
    +17,69 (+0,07%)
     
  • Dow Jones

    35.258,61
    -36,15 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.021,81
    +124,47 (+0,84%)
     
  • Nikkei 225

    29.215,52
    +190,06 (+0,65%)
     
  • Petrolio

    83,32
    +0,88 (+1,07%)
     
  • BTC-EUR

    53.403,10
    +56,75 (+0,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.453,06
    +1,42 (+0,10%)
     
  • Oro

    1.782,80
    +17,10 (+0,97%)
     
  • EUR/USD

    1,1663
    +0,0045 (+0,38%)
     
  • S&P 500

    4.486,46
    +15,09 (+0,34%)
     
  • HANG SENG

    25.787,21
    +377,46 (+1,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.158,56
    +7,16 (+0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8452
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0718
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4364
    0,0000 (0,00%)
     

Il Ribasso Del Cambio Euro Dollaro Continua. Fiber Lontano Dall’Apertura A 1.1550

·2 minuto per la lettura

Il cambio euro dollaro sembra destinato a una ripresa della volatilità poiché il cambio USD/JPY scambia al suo livello più alto dal 2018, e resta da vedere se gli sviluppi chiave provenienti dagli Stati Uniti influenzeranno il tasso di cambio. Intanto la Banca centrale europea (BCE) continua a prepararsi a un aumento transitorio dell’inflazione.

Il resoconto della riunione di settembre della BCE suggerisce che il Consiglio direttivo non ha fretta di cambiare marcia poiché la banca centrale insiste sul fatto che “l’attuale aumento dell’inflazione dovrebbe essere in gran parte temporaneo”. La presidente Christine Lagarde e altri membri manterranno l’attuale corso della politica monetaria.

Di conseguenza, l’euro potrebbe continuare a sottoperformare rispetto alla sua controparte statunitense in quanto “le prospettive di inflazione sono rimaste in qualche modo lontane dal livello obiettivo della BCE”. I verbali del Federal Open Market Committee (FOMC) potrebbero tenere il Fiber sotto pressione mentre la banca centrale rivela una strategia di uscita provvisoria nel ridurre i suoi acquisti di titoli del Tesoro e titoli garantiti da ipoteca (MBS).

Cambio euro dollaro al ribasso per via dell’inflazione USA

In vista di allora, l’aggiornamento dell’indice dei prezzi al consumo (CPI) degli Stati Uniti potrebbe generare una reazione rialzista nel dollaro USA. Questo perchè si prevede che sia il tasso di inflazione principale che quello core si manterrebbero stabili a settembre, ma un rallentamento inaspettato della crescita dei prezzi potrebbe stimolare un rimbalzo a breve termine del cambio euro dollaro.

Ciò fornirebbe al FOMC una maggiore flessibilità nell’adottare un approccio graduale alla normalizzazione della politica monetaria. A sua volta, il cross potrebbe affrontare una maggiore volatilità in vista della prossima decisione sui tassi di interesse del FOMC del 3 novembre.

Cambio euro dollaro fatica a riprendersi. Adesso scambia sotto 1.1550

Cambio euro dollaro estende l’intervallo commerciale consolidativo per un’altra sessione e sempre intorno alla zona 1,1550 di martedì. Un’altra visita al minimo del 2021 a 1,1529 rimane ben presente sul tavolo nel prossimo futuro in mezzo al contesto ribassista in corso.

Un pullback più profondo da qui dovrebbe innescare un test relativamente rapido della zona a 1.1500, dove si trova il massimo di marzo 2020. Nel frattempo, le prospettive a breve termine per il cross sono viste sul lato negativo al di sotto della SMA chiave a 200 giorni, oggi a 1,1939.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli