Italia markets close in 4 hours 50 minutes
  • FTSE MIB

    22.117,90
    +29,54 (+0,13%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,02 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • Petrolio

    52,73
    +0,46 (+0,88%)
     
  • BTC-EUR

    27.324,49
    -165,24 (-0,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    674,59
    -2,31 (-0,34%)
     
  • Oro

    1.862,30
    +6,10 (+0,33%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.598,23
    -4,18 (-0,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,8882
    -0,0010 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0774
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5442
    -0,0057 (-0,37%)
     

Il risparmio gestito cresce ancora

Antonio Cardarelli
·2 minuto per la lettura
Il risparmio gestito cresce ancora
Il risparmio gestito cresce ancora

A novembre l’industria italiana dell’asset managament ha raccolto altri sei miliardi: il patrimonio complessivo in gestione ha raggiunto quota 2.394 miliardi di euro, ai massimi di sempre

Per l’ottavo mese consecutivo l’industria italiana del risparmio gestito segna una raccolta netta positiva. Grazie ai sei miliardi registrati a novembre, miglior mese del 2020 finora dopo agosto sotto il profilo della raccolta, il saldo da gennaio segna +23,3 miliardi di euro. Un dato non scontato viste le difficoltà registrate nei primi mesi della pandemia.

PATRIMONIO COMPLESSIVO RECORD

Secondo i dati riportati nella mappa mensile elaborata dall’ufficio studi di Assogestioni, il patrimonio complessivo in gestione – grazie anche all’andamento positivo dei mercati nel mese di novembre– ha raggiunto la quota record di 2.394 miliardi di euro.

BENE AZIONARI E OBBLIGAZIONARI

Guardando nel dettaglio le macrocategorie, a novembre spiccano proprio i fondi azionari, che hanno intercettato 3 miliardi di euro provenienti dai risparmiatori italiani, seguiti dagli obbligazionari, con altri 3 miliardi in entrata, e dai bilanciati (+279 milioni di euro). Novembre con il segno meno, invece, per i fondi flessibili (-1,3 miliardi dopo il calo già registrato a ottobre) e per i monetari (-3,5 miliardi). In totale i fondi aperti di lungo termine hanno raccolta cinque miliardi lo scorso mese, una cifra che ha contribuito a mantenere in positivo il saldo totale dei fondi comuni aperti che chiudono novembre con +1,5 miliardi di flussi netti e da inizio anno raggiungono i 16 miliardi.

GESTIONI DI PORTAFOGLIO E COLLETTIVE

Un mese positivo, quello passato, anche per le gestioni di portafoglio, che hanno raccolto 3,8 miliardi di euro, per la maggior parte da investitori istituzionali. Nel computo totale, le masse delle gestioni di portafoglio raggiungono quota 1.222 miliardi di euro (51% del totale) mentre le gestioni collettive toccano quota 1.172 miliardi di euro, pari al 49% del totale.