Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.260,87
    -304,05 (-1,64%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

'Il Secolo Madre' di Facchinetti presentato alla Camera

(Adnkronos) - Presentato oggi alla Sala Stampa della Camera il libro di Loris Facchinetti, Segretario del Tribunale delle Libertà Marco Pannella, “Il Secolo Madre. Transsovietismo-transcapitalismo, la guerra continua”. All'incontro, moderato dalla giornalista Flavia Fratello, hanno partecipato Maria Teresa Bellucci, componente Commissione Affari sociali, Elisabetta Zamparutti, rappresentante per il CPT del Consiglio d’Europa, Sergio D’Elia, segretario di Nessuno Tocchi Caino-Spes contra Spem, Elisabetta Rampelli, avvocato presidente Uif (Unione Italiana Forense), Rita Bernardini, presidente di Nessuno Tocchi Caino-Spes contra Spem.

"Le vicende umane raccontate nel Secolo Madre da Loris Facchinetti - si legge in una nota - ci riportano ai decenni di concentrazionismo comunista sovietico dove i morti si contano a decine e decine di milioni e dove la democrazia è stata considerata sempre la debolezza cronica dell’occidente capitalista e liberale. Un libro che ci parla di libertà cercata disperatamente e di uomini e donne che hanno dato la loro vita per affermarla e rivendicarla anche quando tutto sembrava perduto. Sono vicende spesso sconosciute, ma che illuminano un tempo di violenza e di oppressione contro gli esseri umani che sono i testimoni del diritto alla libertà di pensiero e di parola e del diritto alla vita. Gli studenti e gli operai ungheresi e cecoslovacchi, i dissidenti sepolti nei gulad e nei manicomi di Stato, i loro volti che sembravano dimenticati nelle cronache di una epopea mai narrata se non peggio negata, oggi ci vengono incontro con il loro martirio per una verità umana che dittature e falsificazioni storiche non potranno più cancellare".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli